22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Provincia

Prime mosse tattiche. 4 papabili candidati


PULSANO – Si vota ad aprile 2013, ma nelle segreterie politiche cittadine già si ipotizzano le prime strategie in prospettiva dell’imminente campagna elettorale. Ieri Sel ha chiesto le primarie al centrosinistra, invocando la stessa strada anche per il centrodestra. Al momento i giochi restano ancora da fare, ma i primi nomi sono già sul tavolo delle trattative. Per il sindaco uscente Giuseppe Ecclesia è quasi scontata la ricandidatura perchè regola collaudata vuole che ogni sindaco al primo mandato venga riproposto agli elettori. Ma in casa centrodestra c’è qualcuno che scalpita. E’ il vicesindaco Francesco Lupoli.

Pidiellino anche lui, come Ecclesia, punterebbe a guidare la coalizione, ma pare improbabile un passo indietro del sindaco uscente, quindi c’è già chi ipotizza una lista civica di estrazione lupoliana. Anche sul fronte opposto ci sarebbero due antagonisti per la candidatura a sindaco. Nella segreteria del Pd, Aldo Guzzone, già sindaco sette anni fa, vorrebbe ritentare la scalata alla Torre Civica e per questo pare si opponga ad una ipotesi di primarie nel centrosinistra che, invece, lo vedrebbero concorrere per la candidatura siglata da una coalizione allargata anche all’Udc, con Pietro D’Alfonso, avvocato già noto in città per la lotta contro le cartelle pazze della Tarsu per la quale Mino Borraccino di Sel si è fatto promotore. Una figura nuova per la città governata per due legislature consecutive dal centrodestra di Laterza, per un piccolo frangente dal centrosinistra di Guzzone, ed infine dall’attuale amministrazione targata Ecclesia. Una figura, quella di D’Alfonso chiaramente vicina a Sel, ma che potrebbe essere la sintesi di un centrosinistra riunito e sul quale potrebbero puntare anche i socialisti rispuntati dopo un anno e mezzo di silenzio.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche