27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Provincia di Taranto

Contratti in scadenza. Sindacati in prefettura. Lettera al Ministro


TARANTO – Una lettera al Ministro della Salute firmata dal prefetto Claudio Sammartino ed un incontro con l’assessore regionale Attolini. Si lavora su due livelli di interlocuzione per scongiurare una nuova, e forse più grave, emergenza sanità a Taranto. Il 31 ottobre scorso sono scaduti i 128 contratti per i medici precari dell’Asl tarantina. Solo una parte di loro hanno ottenuto una proroga, di quindici giorni. Per una trentina non è stato possibile. Il timore è che senza gli altri ottanta medici le strutture sanitarie pubbliche scoppino, o meglio chiudano. Il caso emblematico del San Marco di Grottaglie potrebbe essere il preambolo verso questo rischio.

Nell’ospedale la carenza di medici ha ridotto, seppure per qualche giorno, la chirurgia in H12. Il direttore generale ha spostato in quella struttura due medici, ma solo fino al 15 novembre. Cosa accadrà dopo? E’ l’interrogativo che si stanno ponendo i sindacati confederali e della funzione pubbliche che stamattina hanno consegnato al Prefetto una lettera nella quale esplicitano tutta la preoccupazione per il mantenimento dei livelli essenziali di assistenza (Lea) e dei posti di lavoro. Per la prossima settimana l’assessore regionale alla Sanità, Ettore Attolini sarà a Taranto per un confronto diretto con i sindacati. L’auspicio è che possa confermatre le voci di una possibile deroga dei contratti fino al 31 dicembre. Sullo stesso fronte si muoverà anche il prefetto Sammartino che scriverà al Ministro per garantire i Lea a Taranto anche in considerazione dei dati forniti da Clini sui tassi di mortalità. Intanto a Grottaglie si mobilitano. Oggi il sindaco ha convocato tutti i capigruppo del consiglio.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche