28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 17:57:00

Provincia di Taranto

A Grottaglie sindaco e consiglieri: Per il 2013 ci aspettiamo di più


GROTTAGLIE – Un 2013 più roseo per la sanità e l’ambiente tarantino. E’ questo l’auspicio lanciato stamattina dal sindaco Ciro Alabrese e dai capigruppo consiliari durante la conferenza stampa tenutasi presso la hall dell’ospedale “San Marco”. Una location inconsueta, ma volutamente scelta per confermare l’impegno dell’amministrazione comunale a garantire il futuro del nosocomio cittadino. Nei giorni scorsi la riduzione a day surgery della chirurgia per la carenza di medici aveva riacceso la paura di chiusura dell’ospedale di Grottaglie già in passato oggetto di battaglie per la conservazione di reparti e posti letto.

Ieri l’incontro con l’assessore regionale alle Politiche per la Salute, Ettore Attolini ha scongiurato (almeno per ora) una nuova mannaia sulla sanità tarantina e quindi anche grottagliese. Una notizia che fa ben sperare, ma che non basta a far lasciare la corda, già tesa. Il sindaco Alabrese stamattina ai suoi concittadini ha garantito vigilanza su quello che già dalle prossime ore potrebbe accadere. “Ci attendiamo – ha detto – che tra domani e dopodomani l’assessore regionale mantenga gli impegni assunti ieri (leggi sopra) perchè Taranto merita un’attenzione straordinaria sul versante della sanità in considerazione della crisi ambientale. L’area ionica non può essere certamente trattata alla pari di altre province pugliesi ed italiane. Il Governo regionale e quello nazionale devono agire con azioni e leggi speciali per Taranto utili a garantire un’offerta sanitaria corrispondente alle reali esigenze di un territorio considerato ad alto rischio ambientale. Non possiamo permettere altre chiusure od accorpamenti di reparti e di ospedali, perchè Taranto ha bisogno di ridisegnare i servizi sul territorio a tutela della salute pubblica. Diamo per scontato che l’assessore Attolini tenga fede agli impegni assunti ieri al tavolo in Prefettura e quindi ci aspettiamo di più già dal prossimo 2013”. Occhi puntati, ovviamente, sull’ospedale San Marco per il quale l’ultima battaglia ha visto interpellare anche i giudici amministrativi. Il Tar di Lecce ha annullato la decisione assunta dall’Asl di dimezzare le ore per la chirurgia.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche