27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 21:58:00

Provincia di Taranto

Differenziata, oggi si firma il protocollo


MARTINA F. – I rifiuti diventano una risorsa economica per il Comune che oggi firma il protocollo d’intesa con il Conai. A seguito della delibera di Giunta n. 157 del 18 ottobre scorso, il Comune e il Conai con tale convenzione, si impegnano a collaborare nella redazione di un piano industriale di sviluppo della raccolta differenziata e a supportare il Comune nel coordinamento delle attività di start-up propedeutiche all’attuazione del piano. In altre parole Comune e Conai (il consorzio privato senza fini di lucro costituito da oltre 1.400.000 aziende produttrici e utilizzatrici di imballaggi che ha la finalità di perseguire gli obiettivi di legge di recupero e riciclo dei materiali di imballaggio) siglano il patto per risparmiare sui rifiuti.

Il Consorzio, infatti, in cambio di imballaggi ed altro materiale riciclabile verserà al Comune dei fondi che questo potrà decidere di riutilizzare nella gestione della cosa pubblica. Insomma un passo avanti verso il tanto attenso rilancio della raccolta differenziata che, per quanto riguarda la città di Martina Franca, è ancora ai nastri di partenza. La città registra percentuali di raccolta differenziata ancora troppo basse per poterle paragonare ai livelli stabiliti del Governo. I dati del sito regionale la vedono ferma al 4%. Oggi il sindaco Franco Ancona ed il responsabile territoriale del Conai, Luca Piatto (nella foto a sinistra) siglano la svolta. Un protocollo d’intesa che apre le porte del Comune di Martina Franca ad un nuovo modo di gestire i rifiuti. C’è ancora da lavorare, è chiaro, perchè il piano industriale va ancora scritto, ma è sicuramente il primo passo verso un nuovo modo di progettare l’organizzazione del ciclo dei rifiuti. Il Conai indirizza l’attività e garantisce i risultati di recupero dei 6 Consorzi dei materiali: acciaio (Ricrea), alluminio (Cial), carta/cartone (Comieco), legno (Rilegno), plastica (Corepla), vetro (Coreve). Riciclando il Comune risparmierà sui costi di conferimento in discarica, otterrà dei benefici economici consegnando al Conai il materiale ed inoltre, ma cosa non meno importante, contribuirà a rendere migliore la qualità della vita anche sotto il profilo ambientale, evitando magari scenari come quello della foto sopra. Il tutto, ovviamente, contando sulla collaborazione dei cittadini a cui spetterà poi differenziare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche