12 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Aprile 2021 alle 16:52:04

Provincia

Il Pdl di Chiarelli apre ai moderati


MARTINA F. – “È sicuramente fuori da ogni dubbio che la esasperata frammentazione che ha caratterizzato il centrodestra martinese, sia quando ha governato negli ultimi anni la città, sia in occasione delle recenti elezioni amministrative, sia stato un grave errore, alla base dell’ascesa al governo cittadino di un centrosinistra che non è in grado di interpretare le reali istanze della nostra città, fondamentalmente ancorata a valori che solo l’area moderata può rappresentare”. Così il consigliere regionale e coordinatore cittadino del Pdl, avv. Gianfranco Chiarelli, interviene sulla questione unità del centrodestra che il consigliere dell’Udc, Martino Miali ha lanciato invitando “a mettere da parte i personalismi e creando un tavolo di concertazione”.

Attriti che anche Chiarelli riconosce esserci stati. “Va aggiunto – afferma il coordinatore del Pdl – che molto spesso le divisioni sono nate più da difficoltà di rapporti personali che non su effettive divergenze sulla linea politica; è dunque arrivato il momento di mettere da parte ogni tentazione di personalismi e tornare a confrontarci sui programmi. Solo una piena condivisione di una visione programmatica della Martina che verrà, può, e a mio parere deve, creare i presupposti per rimettere insieme un centrodestra che, nella somma dei numeri di ciascun gruppo, mantiene la maggioranza dei consensi dei martinesi. Va dato atto all’amico Martino Miali, con il quale abbiamo di recente sperimentato la condivisione di un percorso comune, limitato al momento a singole questioni, di aver pienamente compreso l’importanza di attivare un processo di riunificazione del centrodestra martinese”. “Per questo – conclude – ritengo sia ormai improcrastinabile la indizione di una conferenza programmatica dei moderati, aperta a tutte le forze politiche, associazioni, cittadini che si riconoscono nei valori del centrodestra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche