27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 06:58:00

Provincia di Taranto

“Strisce pedonali al buio, qui già troppi gli incidenti”


MARTINA F. – Il pasticcio di via Trento nuovamente sotto i riflettori, ma questa volta l’argomento non è il solito esproprio, bensì la scarsa illuminazione. In quella zona, cioè, il buio accentua la pericolosità per automobilisti e pedoni. Diversi gli incidenti che proprio lì hanno avuto luogo e che ora finiranno in un dossier sulla scrivania del sindaco Franco Ancona. Il comitato di via Trento-via Votano sta promuovendo una raccolta di dati su quelli che sono stati tutti gli incidenti stradali registrati tra le vie del quartiere.

“Non vi è dubbio – scrive al sindaco il presidente del comitato Michele Castellana – che alla base vi è spessissimo un mancato rispetto delle regole da parte di tutti gli utenti (compresi pedoni e ciclisti). Ma è altrettanto indubbio che il rispetto delle norme della circolazione stradale non è favorito dalla conformazione e dalla manutenzione delle strade urbane. Spesso l’attenzione per la responsabilità della pubblica amministrazione per gli incidenti stadali si concentra sulla cattiva manutenzione delle strade, in realtà, non è così. Varie ricerche dimostrano che anche quando l’incidente è causato dal comportamento del cittadino, in realtà le condizioni di maggiore sicurezza lo avrebbero evitato”. Sotto accusa finiscono due elementi della viabilità urbana: le strisce pedonali e l’illuminazione. “La scarsità di strisce pedonali sui nostri viali – scrive ancora Castellana – indusce il pedone a farne a meno”. Lì dove esistono, invece, è la scarsa illuminazione a rendere comunque pericoloso il percorso. Una volta raccolte tutte le segnalazioni sugli incidenti stradali il comitato provvederà a protocollare presso il Comune la relativa documentazione “in modo tale che – spiega Castellana – l’amministrazione non possa dire di non essere stata avvisata sulle criticità presenti sul territorio”. “Crediamo ancora in questa amministrazione – conclude – nonostante in questi anni non abbiamo notato alcun miglioramento per il nostro quartiere”. Auspicano, quindi, un celere intervento per la messa in sicurezza di una vasta area cittadina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche