20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 15:55:41

Provincia

BAMBINI FERITI NELLA SCUOLA


STATTE – Sono sette i bambini feriti alla scuola media “Leonardo da Vinci”. L’uragano che stamattina si è abbattuto sulla città, dopo l’area portuale tarantina, si è diretto verso Statte attraversando il territorio cittadino e devastandolo. Alberi abbattuti che hanno mandato in tilt il traffico. Danni ingenti a strutture e abitazioni. Case scoperchiate, automobili ribaltate e perfino la scuola media distrutta. Paura e terrore che hanno alimentato il panico in città. Molte mamme si sono recate nelle scuole per ritirare i propri figli dopo la notizia del pericolo alla “Leonardo da Vinci”. L’uragano si è abbattutto sulla scuola dove i vetri si sono frantumati al passaggio del fenomeno atmosferico.

Molti bambini sono rimasti feriti dalla pioggia di vetri che ha innondato le aule. Sette di loro sono finiti al pronto soccorso per le dovute cure. E’ scoppiato l’allarme. La città è stata completamente attraversata dall’uragano che ha provocato i danni più ingenti nella zona di via Taranto. Qui la stazione di carburanti è stata completamente distrutta. Scoperchiata. “Sembrava l’inferno” ci racconta qualche mamma che per strada cercava riparo nelle case. Sempre su via Taranto una palazzina è semicrollata. Fortunatamente al momento del passaggio dell’urganno non c’era nessuno in casa. Ma la palazzina si è accasciata su un altro stabile dove vive un disabile che le forze dell’ordine, al momento di andare in stampa, stavano cercando di sottrare al pericolo. Immagini da film dell’horror per quanti stamattina erano in città. “Un fenomeno mai visto se non in tv” raccontano sgomenti alcuni testimoni. Traffico in tilt su un po’ tutte le vie di accesso al paese anche a causa dei numerosi alberi che sono stati abbattuti. Il sindaco Angelo Miccoli si è subito recato nella scuola e con il comandante della Polizia Municipale ha attivato un primo punto di intervento per cercare di individuare la gravità della situazione. Danni ingenti su cui ora si cercherà di fare un bilancio. Dopo il passaggio dell’uragano immagini devastanti. Cornicioni crollati e muretti che non esistono più. Tutto da ricostruire ora, mentre in tilt sono andati anche i servizi elettrici e telefonici. Nella tarda mattinata la città era completamente isolata. Telefoni e linee internet inutilizzabili. Si cerca di mettere da parte la paura per cominciare a lavorare sui danni.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche