Provincia

Già 2 milioni e mezzo di danni


STATTE – C’è anche il campanile della Chiesa Madre tra le strutture andate danneggiate dal tornado di mercoledì scorso. Una fetta del campanile è crollata provocando danni ingenti alla struttura religiosa. Ammonta già a circa due milioni e mezzo il danno complessivo provocato dall’evento calamitoso sulle sole strutture pubbliche. Ma tante ancora sono le case andate distrutte. Tetti scoperchiati, balconi crollati, recinzioni divelte e tanto altro. Tutto ancora da quantificare. Da lunedì prossimo il Comune metterà a disposizione dei cittadini un modulo da compilare per conoscere nel dettaglio quello che è andato distrutto.

La situazione a stamattina era ancora tragica. Tante le famiglie che chiedono soccorso ed aiuto, ma che non possono ancora rientare a casa. Otto di loro sono già ospitate presso un albergo della zona. In 26 aspettano con ansia di poter rientrare in casa, ma i vigili del fuoco non hanno ancora sciolto la riserva. Bisognerà avviare le perizie sulle numerose abitazioni che hanno subito danni, anche notevoli. Sono soprattutto quelle della zona di Monte Termiti e Monte Sant’Angelo dove ieri il sindaco Angelo Miccoli ha disposto il blocco al traffico ed alla percorribilità di buona parte delle strade. Qui le villette costruite tra gli anni 60 e 70 presentano condizioni di pericolosità che vanno oltre la stabilità delle mura. I tetti con coibentazione in amianto sono ora divelti e la sostanza pericolosa potrebbe sprigionarsi. “Ogni ulteriore esposizione – dichiara il sindaco nell’ordinanza di divieto al traffico – non farebbe altro che aggravare il quadro di disastro che già siamo costretti a registrare in queste ore”. Tra i cittadini del quartiere residenziale sono state distribuite anche delle mascherine da indossare. L’appello è anche a limitare gli spostamenti in auto per consentire una più rapida pulizia delle strade in cui ancora molti alberi risultano abbattuti. Intanto Confindustria ha dichiarato al disponiblità a fornire la competenza dei propri tecnici per le perizie gratuite sulle case danneggiate. Infine è stato attivato un conto corrente per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione. Ecco le coordinate per effettuare i versamenti: Banco di Napoli – Filiale di Statte intestato a: “Comune Statte” Causale ” Raccolta fondi emergenza Statte 2012″ codice iban: IT 56 X 01010 04197 100000301084.

Maria De Bartolomeo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche