21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Provincia

Comune sott’accusa. Superparcelle e 350mila euro di incarichi


GROTTAGLIE – Trecentocinquantamila euro. E’ la somma spesa dal Comune per incarichi affidati a legali esterni. Scoppia la polemica. Ad innescarla è il consigliere del Pdl, Davide Chiovara che parla di “spreco immane”. “Il Comune – fa notare – paga già gli avvocati del settore affari legali, che restano a guardare. A farne le spese sono i bambini, gli anziani ed i soggetti diversamente abili. Questo il risultato della folle approvazione, da parte della maggioranza, dell’assestamento di bilancio che, a fronte di tagli assolutamente indecenti applicati su capitoli di spesa di assoluta rilevanza sociale, si preoccupa di mandare in pagamento perfino una parcella di 106mila euro per un noto professionista tarantino”.

A questa spesa si aggiungerebbero poi tutte le altre parcelle, presentate dai destinatari degli altri incarichi esterni. Totale 350mila euro, già richiesti dal Settore Affari Legali con nota del 6 novembre scorso. “Non è tutto!” insiste Chiovara. A quanto pare, infatti, servirebbero altri 290mila euro per far fronte a spese derivanti da contenziosi e “oneri straordinari” “Di queste cifre – puntualizza il consigliere del Pdl – 286mila euro resi disponibili attraverso la redistribuzione di risorse approvata dalla maggioranza nella seduta del 30 novembre. Scandaloso! Una vera sprecopoli”. Analizzando i conti del bilancio, infatti, Chiovara rileva che sono stati tagliati 15mila euro dalle risorse destinate al riscaldamento della scuola materna e di quella elementare, un drastico taglio di 5mila euro per il riscaldamento degli impianti sportivi e, soprattutto, sono stati sottratti 18mila euro alle spese di riscaldamento della Casa di Riposo comunale. “Spariti, inoltre – sottolinea, in un colpo solo 7mila euro destinati alle spese per servizi sociali da fornire a persone diversamente abili. Una vergogna. Il Comune di Grottaglie paga profumatamente una parcella di più di 100mila euro ad un solo avvocato e lascia bambini ed anziani al freddo, dimenticando chi dell’aiuto del Comune, più che di un avvocato di grido, avrebbe certamente avuto bisogno. Scontato il mio voto contrario, altrettanto scontata la mia indignazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche