29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Ottobre 2020 alle 13:43:57


GROTTAGLIE – Manca poco al rimpasto di giunta. Ieri sera l’ennesima riunione di maggioranza e giovedì un nuovo appuntamento. Ma il puzzle del nuovo esecutivo per il sindaco Ciro Alabrese è quasi pronto. Manca solo qualche tassello.
La verifica avviata ad un anno dalla vittoria elettorale (maggio 2011) sta analizzando alcuni elementi di cambiamento che si sono verificati allíinterno della coalizione “Grottaglie oltre”. L’Idv è passata da uno a tre consiglieri comunali, mentre l’Udc ha ne ha conquistati due, sconvolgendo anche gli equilibri all’interno della giunta municipale.
Il sindaco all’inizio del mandato ha posto alcuni paletti fermi per la composizione dell’esecutivo. “Nessuno degli ex assessori può tornare ad avere una delega”. Così aveva detto quando, dopo il voto, fu eletto.
Quindi sfuma l’ipotesi che Belsorriso dell’Idv possa prendere il posto di Daniela Diligente, attuale vicesindaco ed assessore alle Attività Produttive che dovrebbe, infatti continuare a rappresentare l’Idv in giunta. Era maggio quando lasciava l’Udc per la quale era stata indicata da assessore. A questo punto va garantita un’altra potrona al partito dei moderati che ha già indicato Giovanni Marinelli quale papabile alla carica assessorile. Ma al posto di chi? La potrona che sembra traballare è quella di Anna Ballo, assessore alle Politiche Giovanili. Indicata a giugno del 2011 dall’Idv ha preso poi le distanze da quel partito, senza rientrarvi ancora. Al momento, quindi, non ha alcun rappresentate di riferimento in consiglio comunale. Più solide, invece, le posizioni degli assessori esterni (Lupo ed Ettorre) che, indicati dal sindaco, hanno più un ruolo tecnico che politico. Nessun cambiamento dovrebbe inoltre interessare le deleghe affidate agli assessori del Pd (Annicchiarico ed Anastasia). Solo un passaggio di testimone, invece, potrebbe essere la soluzione che i Cattolici per il sociale starebbero per adottare. Uno dei tre consiglieri al posto di De Carlo che, però, in quanto primo dei non eletti rientrerebbe in aula da consigliere.
M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche