Provincia

Non servono sconti, ma programmazione


 

MARTINA FRANCA -Sconti prima dei saldi? Un errore. Da tutti i punti di vista. Lo ha sottolineato ieri il Presidente della locale Confcommercio, Roberto Massa. Lo ha ribadito con forza oggi il coordinatore cittadino del PdL Gianfranco Chiarelli che, da Consigliere regionale, ha alzato subito il tiro puntando dritto contro l’assessore regonale Loredana Capone. 

“La Regione continua a navigare a vista”, è il primo approccio di Chiarelli, che poi affonda il colpo: “Il presidente Massa ha rappresentato in modo chiaro quale sia il livello di (dis)attenzione con cui il governo regionale affronta le questioni importanti”.

Massa aveva ricordato che anticipare gli sconti a prima di Natale è una procedura sbagliata perchè tardiva e soprattutto non conforme al regolamento che vieta, appunto, i saldi anticipati.

 

E oggi Chiarelli aggiunge: “L’idea di risolvere una crisi, che è ormai strutturale, semplicemente liberalizzando, o meglio deregolarizzando, gli sconti, solo con qualche dichiarazione cui non si faccia seguire un atto deliberativo, appare alquanto debole e difficilmente risolutiva”.

“Vi è che Vendola da tempo è impegnato anima e corpo in questioni che tutto riguardano meno che la Puglia. Vi sono questioni irrisolte che attengono ad esempio al rapporto tra grande distribuzione e commercio di vicinato, ma più in generale si sente la necessità di una programmazione a medio e lungo termine, che purtroppo continua a mancare”.

“Per non parlare – aggiunge – dell’eccessiva pressione fiscale regionale che, limitando ulteriormente il potere contrattuale dei pugliesi, ne riduce i consumi e dunque contribuisce ad aumentare ancor più la crisi del commercio e non solo. Il rischio è che in attesa che si stabilizzi il quadro politico nazionale, e questo avverrà probabilmente solo dopo le elezioni di febbraio, la regione contini a navigare a vista”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche