23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 14:25:17

Provincia

Martina, si è dimesso il coordinatore del Pd


 

MARTINA F. – Il coordinatore cittadino del Pd si è dimesso. Mimmo Diamante spiega in una lettera le ragioni della sua, seppure amara, decisione. Al centro della questione ci sono le primarie di domani.

 

A seguito dell’importante momento di condivisione delle scelte politiche, culminato con la vittoria di Bersani alle ultime Primarie, il processo democratico decisorio ha subito una forte flessione.

“Per me, che ho sempre creduto nei valori fondanti della condivisione delle scelte, che ho sposato in pieno lo Statuto e la Carta degli Intenti del Partito Democratico, è stata una sconfitta dover prendere coscienza dell’assenza del percorso democratico prospettato sia nei valori riconosciuti dal Pd sia negli ideali normalmente alla base dell’indizione delle cosiddette Primarie. Queste Primarie, nate con lo spirito di sconfessare l’attuale legge elettorale (c.d. Porcellum), potevano e dovevano essere un banco di prova per la riappropriazione popolare della rappresentatività politica. Ma le decisioni prese in sede provinciale, senza alcun coinvolgimento del circolo cittadino di Martina Franca, hanno di fatto screditato il mio ruolo di coordinatore cittadino”.

 

Per Diamante il PD di Martina Franca, forte dei suoi 6315 consensi ottenuti alle ultime consultazioni comunali, forte degli undici consiglieri di maggioranza eletti e dei suoi tre assessori, “aveva il dovere morale di individuare una figura che potesse rappresentare degnamente la nostra città nell’ambito del centrosinistra”.

 

Anche lui, come il leader locale Donato Pentassuglia contesta il regolamento della primarie. Parla di “imposizione di candidature” che lo inducono a rimettere il mandato di coordinatore del PD nelle mani del Direttivo del Circolo di Martina Franca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche