Provincia

Elezioni, a Lizzano l’Udc contesa


 

Candidature? Regna la confusione in città.  Sel ha già proposto il nome di Biagio Restano, attuale segretario cittadino che vorrebbe guidare la coalizione “Lizzano Libera” composta da Modem, Psi e Udc.

 

Questi ultimi, in particolare, sembrerebbero non ancora convinti di questa ufficializzazione. Il segretario cittadino Filippo Coppola (nella foto) non esclude, infatti, l’ipotesi delle primarie.

Prof. Coppola (è il preside del circolo didattico, ndr), l’Udc ha appoggiato la candidatura di Restano?
“C’è un lavoro che abbiamo avviato con il centrosinistra, ma sulla candidatura a sindaco del segretario di Sel non ci siamo mai espressi”.

 

Significa che per voi non è il candidato?
“Non abbiamo preclusione per nessuno. Questo ci tengdo a precisarlo. Ma ci vuole prima una condivisione sui programmi e poi un percorso per la condivisione del candidato sindaco”. 

Sel ha voluto giocare d’anticipo?
“Probabilmente, anche perchè sul nome non abbiamo siglato alcuna intesa, per cui se qualcuno ha interesse che l’accordo fatto passi attraverso la candidatura proposta da Sel, questo sicuramente non si rifà al partito dell’Udc”. 

 

Avete una proposta per la scelta del candidato sindaco?
“Deve essere sicuramente una scelta condivisa da tutti e se accordo non dovesse esserci si potrebbe decidere attraverso le primarie”. 

Circolano voci secondo le quali anche il centrodestra potrebbe allargare gli orizzonti e quindi proporre all’Udc un’alleanza?
“Finora l’unico approccio è stato quello col centrosinistra. Nessuna richiesta è mai pervenuta dallo schieramento opposto”. 

 

E se dovesse esserci?
“Quello che posso dire ora è che noi stiamo lavorando su un tavolo di centrosinistra”. 

 

Lei parlava della priorità sui programmi. Quale sarà il punto di forza su cui intendete battervi in questa campagna elettorale?
“Il primo punto che intendiamo affrontare è sicuramente quello legato ai problemi ambientali. Continuiamo a respirare cattivi odori e qualcosa dovrà muoversi”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche