Provincia

Alluvione a Ginosa, il ritardo e la beffa


 

GINOSA – Ancora nulla. Dalla Provincia di Taranto e dalla Regione Puglia nessuno dei due presidenti ha ancora preso carta e penna per ribellarsi alla legge di Stabilita 2013 con cui il Governo nazionale stanzia fondi per gli alluvionati di tutta Italia, tranne che per quelli ginosini.

 

La foto che pubblichiamo ricorda quel tragico 2 marzo del 2011 quando la marina di Ginosa finì sott’acqua. Da allora i residenti attendono aiuti e la speranza era legata alla nuova legge finanziaria che, però, iscrive tra i territori aventi diritto ai risarcimenti tutti (dalla Calabria al Piemonte) tranne che Puglia e Basilicata.

Una beffa clamorosa contro cui è tornato a mobilitarsi il comitato Terre Joniche che proprio in questi giorni sta attivando il pressing anche nei confronti di Regione e Provincia di Taranto affinché i due presidenti, Vendola e Florido, prendano posizione rispetto al problema. Mentre in Basilicata la rivolta delle istituzioni è già partita (Provincia di Matera e Regione hanno già scritto al Governo), qui, in Puglia è silenzio. Nè Vendola, nè Florido hanno ancora proferito parola. “Sono in contatto con la segreteria di Vendola e con l’assessore Galeota della Provincia – ci racconta il portavoce del comitato Gianni Fabbris – dalle quali aspetto risposte circa le intenzioni che i due presidenti hanno rispetto al danno subito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche