23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 07:08:31

News Provincia

Varata la nuova giunta comunale, non mancano le sorprese

All’Urbanistica l’ex soprintendente Augusto Ressa

Rinaldo Melucci
Rinaldo Melucci

La nuova giunta comunale è pronta. Il sindaco Melucci l’ha ufficializzata poco prima di mezzogiorno. Le sorprese non mancano. Ecco comunque il comunicato ufficiale da Palazzo di Città: «Dopo una necessaria fase di confronto con le forze politiche di maggioranza e ferme restando le consuete valutazioni di carattere fiduciario che la norma prevede, il Sindaco Rinaldo Melucci ha dato mandato al suo Ufficio di Gabinetto di predisporre i decreti di nomina dei seguenti assessori e delle relative deleghe:

Servizi Sociali e Integrazione: Gabriella Ficocelli; Pubblica Istruzione e Pari Opportunità: Rita Frunzio; Affari Generali e Associazionismo: Deborah Cinquepalmi; Sviluppo Economico e Polizia Locale: Gianni Cataldino; Cultura e Sport: Fabiano Marti; Società Partecipate e Risorse Umane: Paolo Castronovi; Urbanistica e Mobilità: Augusto Ressa». «Per il momento – prosegue la nota del Comune – il primo cittadino tratterrà per sé le ulteriori deleghe a Lavori Pubblici, Ambiente, Affari Legali e Programmazione Finanziaria.

Il Sindaco è tornato a ringraziare tutti gli amministratori uscenti per il positivo servizio volto a favore della città ed ha augurato un buon lavoro alla nuova Giunta Comunale, che tornerà a riunirsi formalmente già questa settimana». Il nome a sorpresa è sicuramente quello dell’architetto Ressa, noto per il suo incarico alla Soprintendenza Archeologica ed oggi in pensione. Come anticipato nell’edizione di giovedì 23 maggio, Ficocelli è stata indicata dai consiglieri Salvatore Brisci e Carmen Casula, Cinquepalmi è del Pd. Mentre Frunzio è la dirigente scolastica del Maria Pia ed è stata indicata dai consiglieri Massimiliano Stellato e Gina Lupo.

2 Commenti
  1. alberto altamura 2 anni ago
    Reply

    Il solito balletto delle nomine.
    Si assiste basiti a questo balletto delle nomine, che si ripete monotonamente a cadenza annuale (e anche meno) !
    E’ tanto difficile capire che la forza di una giunta risiede nella sua stabilità e che governare il proprio settore comporta anni di studio, di preparazione e di consapevolezza della portata dei problemi? Le competenze poi non solo non si improvvisano ma derivano anche da anni di lavoro e di conoscenza dei problemi della Città e della macchina amministrativa. Gli assessori non sono birilli da spostare a piacimento e poi non vedo la necessità di ridimensionare persone che hanno ben operato e privilegiare neofiti, che con il governo della città hanno poca dimestichezza e provengono da altre esperienze. Lo dico in linea generale e non penso a qualcuno in particolare! Francamente, questa logica non solo non paga ma getta discredito sulla Pubblica Amministrazione, che ha bisogno di seguire una rotta ben precisa, di stringere i tempi nella soluzione dei problemi e non di adattarsi a continui cambiamenti e inversioni e fermate, per usare un linguaggio automobilistico. La gente resta disorientata e si allontana sempre più dalla politica, arte del possibile, nella peggiore accezione del termine.

  2. Monica G. 2 anni ago
    Reply

    Che tristezza!!!! Una città allo sbando e c’è chi si preoccupa di cambiare i burattini….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche