15 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Aprile 2021 alle 13:32:53

Provincia

Scrutatori, a Massafra si cambia


 

MASSAFRA – Domani mattina il consiglio comunale potrebbe scrivere la parola ‘cambiamento’ nella storia recente della città. In aula, infatti, sta per essere varato il nuovo regolamento sulla nomina degli scrutatori.

 

Finora il metodo prescelto è stato quello della nomina diretta, ovvero la commissione ha indicato i nomi scelti tra gli iscritti all’albo. Nessuna irregolarità, ma il momento di crisi e le difficoltà occupazionali che l’ltalia intera sta vivendo accendono i riflettori soprattutto su chi non ha un lavoro. Disoccupati e giovani, quindi, in prima fila per cercare di racimolare un pugno di euro.

 

Il compenso per gli scrutatori, è chiaro, non cambia la vita, ma, ribadiamo, in questo momento anche pochi euro possono servire. La proposta è finita in aula su iniziativa del gruppo giovani del Pd che ha stilato un regolamento ad hoc tenendo conto anche del gentil sesso.

 

Nella proposta, infatti, si pone l’attenzione sulla volontà di nominare in egual numero sia le donne che gli uomini. Ovviamente, in entrambi i casi, il requisito base deve essere la giovane età e la mancanza di lavoro.

Ma il principio fondamentale che i capigruppo di Pd, Vito Miccolis, Sel, Maurizio Baccaro e dell’Unione di Centro, Giuseppe Cofano sosterranno in aula è l’utilizzo del metodo del sorteggio per la nomina degli scrutatori.  Una novità per la città di Massafra.

 

Una novità che a gran voce viene gridata anche in altri centri della provincia ionica.  Una novità che gli stessi giovani democratici fanno appello affinché si concretizzi. “Ad un giorno dal consiglio comunale – scrive il segretario Angelo Notaristefano – invitiamo il sindaco e tutti i consiglieri comunali, a nome della cittadinanza, a rispondere favorevolmente alla nostra istanza, approvando il regolamento per la nomina degli scrutatori. Approvarlo significa adottare un sistema che garantisce imparzialità, trasparenza e tutela della parità di genere e competenza”.
Il tema del metodo della scelta degli scrutatori è quanto mai attuale in questi giorni, in tutta la provincia ionica, si è dibattuto proprio circa l’utilizzazione metodo della nomina o del sorteggio.

 

Nei Comuni di Leporano, Monteiasi, Crispiano, Grottaglie, Montemesola, Monteparano, Castellaneta, Faggiano, Fragagnano, Statte, San Marzano, Manduria, Pulsano e Palagianello è ormai una consuetudine l’utilizzo del metodo democratico del sorteggio. A queste realtà vanno aggiunti i Comuni di San Giorgio e di Laterza le cui amministrazioni in questi giorni hanno definito il sorteggio come unico metodo per la nomina degli scrutatori.

 

“Noi siamo sicuri che Massafra non andrà controtendenza – insiste Notaristefano – e che il nostro consiglio comunale deciderà per il principio della trasparenza”.

 

Staremo a vedere domattina. La seduta del consiglio è convocata per le ore 9,30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche