20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Provincia

Automobilisti in pericolo sulla statale per Grottaglie


GROTTAGLIE – Una strada tanto trafficata quanto dissestata e pericolosa. E’ il caso della Statale 7 che collega Taranto a Brindisi e che viene percorsa ogni giorni da migliaia di auto. È infatti una delle arterie principali che collegano la provincia ionica al capoluogo. Ma é impraticabile e poco sicura. Di competenza dell’Anas, la statale in molti tratti sembraun tratturo. In direzione Taranto, per esempio, poco prima dello svincolo per la città e per Martina c’é un tratto (nella foto) dove l’asfalto é completamente dismesso. Un punto in cui le auto arrivando a tutte le velocità e poi sono costrette a brusche frenate perché la strada é sconnessa. La situazione non cambia nell’altro senso di marcia, dove la superstrada é piena di buche, delle quali alcune lasciate scoperte, altre “rattoppate”.

Una strada dove spesso ci sono interruzioni per lavori da parte dell’Anas, ma che ultimamente sembra abbandonato. Gli intervent infatti si limitano alla sistemazione del verde o del guardrail, ma nessuno ancora é intervenuto per aggiustare l’asfalto. Diverse le segnalazioni giunte a Taranto Buonasera dagli automobilisti, riguardo la sicurezza sulla statale. A riaccendere i riflettori sul problema della Statele 7 i tanti incidenti che si sono verificati. Ultimo, in ordine di tempo, un incidente mortale avvenuto la sera di San Silvestro proprio nel tratto di superstrada che collega Taranto a Grottaglie. Sollecitazioni anche da parte dei politici locali. Ultima la denuncia da parte del consigliere Pdl al Comune di Grottaglie, Davide Chiovara. “Non é un mistero che nel corso degli anni, i lavori di ricompattamento del manto stradale sono stati effettuati soltanto in parte e solo in alcune aree – denunciava Chiovara – lasciando una strada in cui si registra quotidianamente il transito di migliaia di veicoli in condizioni di elevata pericolosità, che mette a repentaglio la vita degli utenti costretti a percorrere quell’arteria anche più volte al giorno”. Necessario dunque un intervento dell’Anas affinché la statale sia messa in sicurezza e il manto stradale sia rifatto. Non é solo l’Anas a non intervenire sulle strade di sua competenza. Da ricordare infatti la situazione in cui versa, per esempio, la Circummarpiccolo, di competenza della Provincia di Taranto, chiusa ed abbandonata ormai da troppo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche