26 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2020 alle 06:19:08

Provincia

Grottaglie, dopo San Ciro ecco l’accordo


GROTTAGLIE – Sabato la coalizione “Grottaglie oltre” sigla il patto con Sel.  Sono previsti per questo week end due appuntamenti in cui saranno definite le linee programmatiche ed il nuovo assetto della giunta municipale.

 

La verifica, cominciata ad un anno dall’inizio del mandato per il sindaco Ciro Alabrese, ha subìto un nuovo stop.

 

La festa di San Ciro ha bloccato i lavori. Ma dai primi di febbraio si torna a “trattare”.

 

L’ingresso di Sel in maggioranza e quindi anche in giunta è un passaggio importante di questa verifica politica perchè sancirà nuovi equilibri all’interno della coalizione allargata.

 

Un progetto, quest’ultimo, caldeggiato dal Pd già all’indomani del risultato elettorale e finito in porto solo oggi.

Sotto la lente di ingrandimento i programmi della coalizione “Grottaglie Oltre” e di Sel che al primo turno sono scesi in campo divisi. Solo al ballottaggio i vendoliani hanno deciso di sostenere Alabrese. Da lì sarebbe nata la prospettiva per ricostruire il centrosinistra a Grottaglie.

 

Le elezioni politiche hanno lanciato la stura per questo progetto.  La prossima tornata elettorale, insomma, sarà il banco di prova per la compattezza del centrosinistra grottagliese.  Ma la partita si gioca anche in casa, oltre che sui tavoli parlamentari.

 

In città c’è un gran fermento e si rincorrono le voci sul nuovo assetto di giunta. Tante le indiscrezioni e poche le certezze perchè il sindaco, a cui compete l’assegnazione delle deleghe, resta a bocca chiusa.  Si rincorrono le voci di una delega all’Urbanistica (oggi in quota al sindaco Alabrese) per Sel che in primo momento avrebbe puntato sull’ex Pd Maglie. Ma poi le indicazioni sarebbero state indirizzate verso un volto nuovo, quello dell’architetto Loredana Saponaro.

 

Una poltrona in giunta spetterebbe anche all’Udc con Giovanni Marinelli che lascerebbe il posto in consiglio a Ciro Santese. Per lui la delega indicata sarebbe quella all’Ambiente oggi affidata all’esterno Giammarco Lupo che insieme a Gianni Di Carlo, Maria Pia Ettorre ed Anna Ballo dovrebbero far posto rispettivamente a Maurizio Stefani dei Cattolici per il Sociale che a sua volta lascerebbe la poltrona in consiglio a Di Carlo; a Giuseppe Guarini della Puglia per Vendola e, infine, a Sel.

 

Resterebbero Daniela Diligente per l’Idv che potrebbe perdere la delega di vicesindaco ed i due esponenti del Pd, Chiaramaria Anastasia e Alfonso Annicchiarico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche