28 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 28 Novembre 2021 alle 17:57:00

Provincia di Taranto

La Commissione “sposta” la nuova sede del liceo Moscati


GROTTAGLIE – Il Comune di Grottaglie approva un nuovo piano per la costruzione del Liceo Moscati, il cui iter era stato bloccato per la vicinanza del sito individiato alle gravine.

 

La Commissione quindi ha spostato, di poco, il luogo dove sorgerà l’edificio scolastico, prendendo di mira i terreni adiacenti. «Il progetto precedente per la costruzione della nuova sede del Liceo Moscati é stato aggiornato e rivisto, al fine di osservare le distanze dal parco delle Gravine» ha spiegato il sindaco di Grottaglie, dopo che ieri mattina al Comune si é tenuta la Commissione preposta ad esaminare il progetto per la costruzione del liceo “G. Moscati” di Grottaglie.

 

La Commissione era chiamata ad esprimere parere circa l’idoneità o meno dell’area ove è prevista la realizzazione del Liceo. Erano presenti l’ingegner Antonino Cimino dell’Area Attuazione LL.PP. della Regione; l’ispettore Francesco Matichecchia del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Taranto; l’arch. Roberto Di Giacinto, dirigente del Settore LL.PP. e RUP della Provincia di Taranto; l’arch. Vincenzo Cavallo, responsabile Settore Urbanistica del Comune di Grottaglie. Sono stati quindi esaminati gli elaborati trasmessi dalla Provincia di Taranto e la commissione ha espresso parere favorevole.

Erano presenti allo svolgimento dei lavori anche il dr. Francesco Italo Spagnulo, segretario del Comune di Grottaglie, l’arch. Alfonso Manigrasso, presidente del Consiglio Comunale ed il sindaco Ciro Alabrese.

 

«Ora – dichiara Alabrese – si aspetta che l’amministrazione provinciale dia seguito, quanto prima, all’approvazione del progetto preliminare e, conseguentemente, all’avvio delle procedure di esproprio dei terreni di via Capri interessati alla costruzione del liceo che saranno accorpati a quelli già individuati precedentemente e poi bisognerà riapprovare il progetto in consiglio Comunale».

 

Quanto avvenuto ieri potrebbe sembrare un passo avanti, ma l’emergenza aule per il nuovo anno resterà. «Per il prossimo anno – aggiunge Alabrese – si continuerà a fare come si é fatto in questi anni, cioé con la locazione di diverse sedi. Visto che anche l’alternativa della ristrutturazione dell’ex Archimede ovviamente richiedere tempo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche