18 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Aprile 2021 alle 17:24:06

Provincia

Le classi nel garage sotto l’ospedale di Massafra. Le mamme dicono no


MASSAFRA – A settembre otto classi del secondo istituto comprensivo “Pascoli” saranno trasferite in nuovi locali. Ma le mamme si ribellano. Già ieri hanno avviato l’iter per costituire un comitato e per avviare procedure legali contro le nuove disposizioni.

 

La storia parte dopo l’accorpamento dei tre circoli comprensivi locali. In un unico plesso di via Roma convivono gli alunni dei tre istituti.

 

Tanti, anzi tantissimi ragazzi che inevitabilmente creano confusione nelle ore di entrata e di uscita.  Ma fin qui tutto è normale.

 

Nei giorni scorsi le famiglie degli alunni delle future terze, quarte e quinte classi, in tutto 210 bambini, sono state informate che a partire dal prossimo anno scolastico i loro alunni dovranno fare lezioni in alcuni locali allocati sotto l’ospedale. Scoppia la protesta.

Le mamme non sono convinte che quei locali siano adeguati ad ospitare i propri figli e già annunciano azioni legali. Ieri sera un gruppo di loro ha incontrato alcuni avvocati a cui è stato dato mandato per impugnare le delibere con le quali l’amministrazione comunale, sulla scorta di disposizioni regionali, avrebbe predisposto il trasferimento delle classi.

 

Nei giorni scorsi c’è già stato un volantinaggio davanti a scuola e l’intenzione è di non demordere.  “Vogliamo tutelare i nostri figli e la loro istruzione” ci dice qualche mamma.

 

Delusione, amarezza e rabbia traspare dalle parole di chi ieri sera ha partecipato all’assemblea dei genitori per uno dei problemi causati dall’accorpamento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche