Provincia

«Imprenditori uniti per la nostra terra»


TARANTO – Unirsi per lanciare il turismo in terra ionica. E’ il messaggio che Irene Lamanna (nella foto), presidente dell’Associazione Taranto Turismo, rivolge agli imprenditori tarantini piegati da una crisi senza precedenti.

 

Per molti di loro l’immagine data alla città dal caso Ilva e la politica sono le cause del declino del settore turistico a Taranto.

 

“Secondo me – osserva Lamanna – gli imprenditori che operano nell’area ionica dovrebbero unirsi, come non mai, ora in un lavoro sinergico ed approfittare di questa onda negativa per iniziare a occuparsi seriamente della città e non per rilanciare, ma per lanciare il turismo a Taranto”.

 

“Se il problema è l’ambiente – sottolinea – uniamoci insieme e facciamo qualcosa, ma in maniera concreta. Anzi, a dirla tutta, già qualcosa si sta muovendo. Con alcuni imprenditori stiamo avviando un protocollo per rendere le nostre strutture ricettive eco-sostenibili”.

Attivarsi, dunque, unendo tutte le capacità e le potenzialità di un territorio che è ricco di bellezze naturali, artistiche e paesaggistiche, per farle conoscere e per ridare dignità ad una città che non è solo diossina.

 

“Ma non possiamo contare sugli altri, su chi è seduto nella stanza dei bottoni per andare avanti nei nostri obiettivi – insiste Lamanna. E’ giunta l’ora di fare da soli, ma tutti insieme. Sembra stano a dirsi, ma credo che sia l’unica strada possibile in questo momento. La sinergia è l’ingrediente giusto per riapproprirci di ciò che è nostro e farlo fruttare. Dobbiamo solo parlare meno e lavorare di più. E se proprio dobbiamo parlare facciamolo in modo positivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche