23 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Ottobre 2021 alle 06:41:50

Provincia di Taranto

Grottaglie, parola alle Commissioni


GROTTAGLIE – Al liceo scientifico di Francavilla Fontana la mancanza di aule é stata risolta in un’estate. La Provincia di Brindisi in tre mesi ha fatto costruire delle classi nel cortile della scuola.

 

A Grottaglie sono passati quarant’anni e il Moscati sogna ancora la sede unica. Un sogno che si sta trasformando in un incubo, che sembra non avere fine, nonostante gli annunci dell’amministrazione comunale. Domani un nuovo giro di boa, quello della riunione delle commissioni consiliari «per trovare la soluzione, giusto in tempi brevissimi, atta a risolvere il problema urgente e indifferibile delle aule» dicono Maurizio Stefani e Donato Trivisani, presidenti delle 2a e 4a commissione.

 

Si riuniranno domani, come deciso dal consiglio comunale che si é tenuto lo scorso lunedì, proprio sulla questione del Liceo. Nei giorni scorsi si é anche tenuto il tavolo di concertazione già convocato dal sindaco Ciro Alabrese con le istituzioni scolastiche della comunità di Grottaglie. Ma la soluzione concreta sembra comunque lontana. Studenti e docenti sono pronti alla mobilitazione. Potrebbero scendere in strada già mercoledì. Tutto dipende anche dall’esito delle commissioni di domani mattina. 

E sulla questione della mancanza di aule al liceo Moscati, é intervenuto anche il consigliere comunale di minoranza Michele Santoro. «Il sindaco Ciro Alabrese ha nuovamente deluso le speranze di molti ragazzi e docenti che da anni chiedono giustamente la costruzione di una sede unica che possa raccogliere tutti gli alunni oggi dislocati in quasi otto sedi sparse per il paese» sostiene Santoro. Il consigliere ricorda che é ormai storia vecchia quella che vede le amministrazioni comunale e provinciale non riuscire a mettere insieme le forze necessarie e una proposta per portare avanti questa richiesta che a ogni discussione in consiglio comunale viene disattesa, nonostante sia una questione di forte peso sociale oltre al fatto che risolverebbe problemi logistici dato che alcuni edifici versino in condizioni non ottimali e che, per far fronte alla moltitudine di studenti iscritti e la penuria di aule utilizzabili, gli studenti saltino un giorno di lezione una volta a settimana a turno, recuperando quelle ore durante gli altri giorni, o che per poter svolgere l’ora di educazione fisica sono costretti a spostarsi con mezzi messi a disposizione o raggiungendo a piedi la palestra a loro assegnata, creando non pochi problemi al traffico cittadino.

 

Durante l’ultimo consiglio il vicepresidente della provincia Costanzo Carrieri ha confermato la mancanza di fondi da poter destinare per una futura costruzione dell’edificio, nonostante la stessa Provincia sembra aver stanziato 16 milioni di euro con delibere di giunta nel passato. «Per quanto riguarda la maggioranza – aggiunge Santoro – né Pd, né Idv, né i Cattolici per il sociale, né il movimento per Vendola hanno espresso un giudizio in merito».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche