22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2021 alle 21:54:00

Provincia di Taranto

E’ guerra tra scuole S.G. Bosco: “Vogliamo tutto il plesso per noi”


MASSAFRA – Una vera e propria guerra fra scuole, dopo il piano di riordino. E’ in corso a Massafra fra l’istituto Pascoli e il San Giovanni Bosco, accorpati nel plesso Pascoli a seguito dell’ultima delibera della Giunta Comunale. Delibera che se dal un lato ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai genitori degli alunni della Pascoli, per i quali é stato scongiurato il rischio di trasferimento in un’altra struttura, dall’altro non soddisfa la dirigente della S.G. Bosco per la quale “la convivenza crea troppi problemi ed é insopportabile”.

 

Quella in corso dunque é una vera e propria lotta tra scuole nonostante “l’amministrazione comunale ha tenuto con i dirigenti scolastici del paesi dei tavoli di concertazione per raccogliere idee e proposte in merito, al fine di formulare un piano il più possibile condiviso e partecipato” come si legge nell’ultima delibera del 6 febbraio scorso.

 

Ma veniamo ai fatti. Al momento il plesso Pascoli, che ha un doppio ingresso, é utilizzato sia dall’istituto comprensivo S.G. Bosco sia dall’istituto Pascoli. Il Comune ha ritenuto opportuno mantenere questo assetto scolastico anche per il prossimo anno. Quindi ha revocato la delibera emanata nello scorso novembre, la quale prevedeva che l’Istituto Pascoli non dovesse stare nel plesso Pascoli ma in quello “Nuove Vicinanze”. Questa delibera, poi annullata, era stata contestata dai genitori degli alunni della Pascoli, che volevano restare nell’omonimo plesso. Quindi, dopo le diverse proteste, c’é stata la “vittoria “ dell’Istituto Pascoli. Il nuovo e l’ultimo provvedimento del Comune, infatti, conferma l’assegnazione e la suddivisione del plesso Pascoli tra gli Istituti S.G. Bosco e Pascoli, con due ingressi differenti.

Subito quindi la protesta della S.G. Don Bosco.

 

«Vorremmo tutto il plesso per noi – sostiene la dirigente Grazia Castelli. Noi sosteniamo che non ci può essere convivenza, perché l’altra scuola ci sta creando diversi problemi. Sia perché qui c’é la loro segreteria e si crea confusione, sia perché stiamo subendo delle vere e proprie provocazioni da parte dei docenti della Pascoli. L’attuale convivenza sta diventando ingestibile, con tensioni tra docenti e collaboratori scolastici. Il sindaco dovrebbe spostare altrove le loro otto aule. Le nostre preoccupazioni erano già state espresse al primo cittadino a novembre, ma non abbiamo avuto alcun riscontro. Il nostro appello é quello di non farsi influenzare dal coinvolgemento di impiegati e assessori».

 

Ieri sera intant é stata organizzata un’altra assemblea tra la dirigente e i genitori della S.G. Bosco. La scuola ha dichiarato una guerra aperta, cavalcata anche dai genitori che annunciano: «adotteremo tutti gli strumenti necessari per salvaguardare la serenità dei bambini e la dignità della scuola e dichiara la mobilitazione generale con adeguate iniziative che saranno al più presto comunicate».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche