04 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Agosto 2021 alle 20:35:00

Provincia di Taranto

Alabrese: “La Provincia acceleri”


GROTTAGLIE – Non ci sono più ostacoli di ordine urbanistico rispetto al piano delle Gravine, quindi il progetto per la realizzazione del nuovo liceo Moscati vada avanti.

E’ in sintesi l’appello che il sindaco Ciro Alabrese rivolge alla Provincia che nell’ultimo consiglio comunale ha posto il problema della mancanza di fondi per costruire il nuovo liceo.

Un problema che, secondo il primo cittadino, diventerà superabile in un secondo momento, ovvero quando si procederà alla pubblicazione del bando per la realizzazione della nuova struttura nell’area di via Capri.

“Con un leasing in costruendo” cita ad esempio.

“Per ora non ci sono più impedimenti per riprendere l’iter per scrivere il nuovo capitolo di questa vicenda” insiste rivolgendosi, quindi alla Provincia a cui compete ora il compito di redigere il progetto preliminare.

Il 21 febbraio scorso l’amministrazione provinciale ha inoltrato al Comune una missiva con cui tratteggiava l’iter da seguire indicando, nello specifico, quelli che sono gli adempimenti a carico del Comune, ovvero, l’adozione da parte del consiglio comunale del progetto in variate al Prg (l’area è attualmente destinata a zona agricola e quindi va convertita in zona a servizi) e l’approvazione del progetto definitivo.

“Il tutto – evidenzia il primo cittadino – può avvenire nel momento in cui la Provincia invia questi documenti al Comune; aspettiamo fiduciosi assicurando che l’amministrazione comunale non si sottrarrà alle proprie responsabilità. Sicuramente quello che l’amministrazione comunale non può decidere è il reperimento delle risorse finanziarie necessarie sia per l’esproprio che per la costruzione del liceo. Mi rendo conto – insiste il sindaco – che parlare di soldi potrebbe essere volgare ma purtroppo è necessario. Pur apprezzando il lavoro svolto dall’amministrazione provinciale non posso fare a meno di notare che l’argomento soldi è avvolto da un profondo banco di nebbia che non permette di definire con certezza i contorni del problema, ammesso che esiste un problema. Sarebbe quindi auspicabile che un buon vento spazzi via la foschi affinché si riesca a capire se esiste o meno il problema dei soldi; anche in questo caso attendiamo fiduciosi e consulteremo con ansia le previsioni del tempo in caso di una possibile schiarita”.

Intanto fa sapere che nelle scuole comunali non c’è posto per i ragazzi del liceo. Dunque il problema aula è più che un’urgenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche