27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 17:59:00

Provincia di Taranto

Il coro delle mamme: no ai veleni


LIZZANO – Un’altra giornata di protesta contro i cattivi odori che sarebbero provocati dalla discarica Vergine. Ieri e stamattina studenti e genitori degli alunni delle scuole lizzanesi sono scesi in strada per dire “no ai veleni”.

Hanno tenuto prima un presidio davanti alla scuola Anna Frank dove la puzza resta per ore e ore e i cattivi odori sono maggiormente avvertiti, soprattutto al mattino al rientro a scuola. Poi la manifestazione é proseguita davanti alla scuola Manzoni, dove i genitori hanno chiesto di incontrare il direttore Filippo Coppola e ottenuto un appuntamento per domani.

«Vogliamo dare un segnale forte perché questa situazione non é più tollerabile. Vedendo le aule vuote il preside dovrebbe capire quanto sia grave questo problema e battersi con noi contro questa emergenza» spiega Caterina De Gaetano di Lizzano. Le mamme non hanno mandato i figli a scuola in segno di protesta contro i cattivi odori che rendono l’aria irrespirabile, provocando anche dei malesseri a diversi cittadini. 
Oggi pomeriggio un altro gruppo d mamme si recherà al Comune per organizzare il posizionamento di alcune centraline che saranno installate nel paese per monitorare i cattivi odori. A seguito di diversi sopralluoghi dell’Arpa che si sono già tenuti, l’accusa é caduta sulla vicina discarica Vergine, verso la quale la comunità lizzanese si sta ribellando da diverso tempo. E proprio ieri a Modugno le istituzioni hanno ragionato sulla riapertura delle autorizzazioni integrate ambientali per le tre discariche tarantine, e quindi per la Vergine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche