09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 18:23:49

Provincia

Dopo il tornado, il nulla


STATTE – Con il 29% dei voti, il Pdl Statte si attesta come primo partito del Comune di Statte, dopo le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio scorso. Un risultato frutto di una scommessa vinta dal vicecoordinatore provinciale del Pdl Renato Perrini che qualche mese decise di affidare la riorganizzazione del partito su Statte al consigliere comunale Emanuele Cristofaro. 

«Un risultato che evidenzia quanto gli stattesi siano delusi ed insoddisfatti dall’attuale amministrazione di centrosinistra – spiega il consigliere Emanuele Cristofaro».

A ragion di cio’, il consigliere comunale Cristofaro si rivolge al sindaco di Statte, chiedendo di fare chiarezza su quelli che saranno i provvedimenti che la sua giunta intenderà adottare circa la risoluzione dei gravissimi problemi che attanagliano il paese, dopo il devastante tornado del 28 novembre scorso.

Giorni fa, un nutrito gruppo di cittadini stattesi, circa cinquecento, si sono adoperati nell’effettuare una raccolta di firme per chiedere al primo cittadino di Statte di indire una pubblica assemblea all’interno della quale sviscerare tutte le azioni che la giunta comunale ha adottato in questi tre mesi di emergenza e soprattutto di informare la cittadinanza tutta sulla rendicontazione delle somme di denaro raccolte. «Come sempre accade – spiega Cristofaro – il sindaco non li ha incontrati personalmente. Ancora una volta, tale comportamento va a sottolineare l’assoluta mancanza di democrazia posta in essere dal primo cittadino che sin dal primo giorno dall’espletamento del suo mandato ha preferito rintanarsi tra le mura della casa comunale, lasciando i cittadini di Statte liberi di interpretare a proprio modo le vicissitudini che oggi attanagliano l’intera comunità».

«Tardivo ed inconcludente appare inoltre – sempre secondo Cristofaro – l’impegno preso dal sindaco di recarsi personalmente a Roma presso la presidenza del Consiglio dei Ministri al fine di sollecitare il Governo circa la dichiarazione dello stato di emergenza, che l’Ilva è riuscita ad ottenere in tempi ristretti, mentre dopo tre mesi il Comune di Statte e soprattutto i cittadini sono ancora costretti ad attendere. Il nostro timore, conclude Cristofaro, è che questa dichiarazione non venga rilasciata e che, se invece dovesse essere sancita, non ci sia la possibilità per i numerosi cittadini che hanno subito notevolissimi danni alle proprie abitazioni ed aziende, di poter accedere ad un qualsiasi rimborso economico, tale da riuscire ad ottemperare, almeno in parte alle tante spese sostenute per la seppur momentanea e parziale ricostruzione». Il Pdl per la prossima settimana, insieme ai consiglieri di opposizione, ha indetto una pubblica assemblea per informare i cittadini sulle ultime novità.

«Al sindaco – chiosa Cristofaro – e all’intera giunta comunale chiedo ancora una volta a gran voce di confrontarsi con i cittadini e di assumersi le proprie responsabilità politico amministrative».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche