17 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2021 alle 17:53:40

Provincia

Alabrese: vi presento la mia nuova giunta


GROTTAGLIE – Il sindaco Ciro Alabrese vara la nuova giunta, senza l’Idv. Anche nel nuovo assetto sono sette gli assessori. Confermati, dalla vecchia giunta, Maria Pia Ettore, Alfonso Anniccharico e Gianmarco Lupo. I nuovi assessori sono Maurizio Stefani (nominato anche vicesindaco), Aurelio Marangella, Giuseppe Guarini e Antonio Santoro. Perdono la poltrona Daniela Diligente, Chiaramaria Anastasia, Anna Ballo e Gianni Di Carlo. Ecco le deleghe conferite. Al geometra Maurizio Stefani, dei Cattolici per il Sociale, conferita la delega al settore Ecologia e Ambiente, Servizi Ambientali, Igiene Urbana, Protezione civile, Parco delle Gravine, Sport e Tempo libero. Stefani, che era il terzo consigliere più suffragato, lascia il consiglio.

Il suo posto sarà occupato da Gianni Di Carlo. Per il Pd, il geometra Alfonso Annicchiarico ora si dovrà occupare di Centro Storico, Arredo Urbano, Lavori Pubblici, Viabilità e Manutenzione di Impianti e Immobili. Per i democratico anche il segretario cittadino Aurelio Marangella che lascia l’incarico per occuparsi da assessore di Politiche della Solidarietà, Piano Sociale di Zona, Casa di riposo, Pari Opportunità, Politiche Giovanili, Affari Generali, Contratti, Personale, Contenzioso, Organi Istituzionali. Assessore all’Agricoltura é il geometra Giuseppe Guarini, della Puglia per Vendola, che si dove occupare anche di Centro Servizi, Verde Pubblico, Protezione degli Animali e Canile Municipale. Si dimette dunque da consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà. La professoressa Maria Pia Ettorre (nomina esterna) mantiene l’assessorato a Cultura, Pubblica Istruzione, Itinerari Culturali, Marketing della ceramica e Turismo. Al geom. Antonio Santoro, dell’Udc, le deleghe ad Attività Produttive, Industria, Artigianato, Commercio, Trasporti Locali e Polizia Municipale. All’Ingegnere Gian Marco Lupo (nomina esterna) l’assessorato all’Urbanistica e l’incarico di completare, in accordo con l’assessorato all’Ecologia, l’iter di attivazione dell’Aro Ta 4. «Le forze politiche progressiste e riformiste di Grottaglie (Pd, Udc, Cattolici per il Sociale e la Puglia per Vendola) – si legge nel documento di chiusura della verifica politico-amministrativa del Comune – considerano superato lo schieramento della coalizione Grottaglie Oltre, presentato nella campagna elettorale del 2011, e danno vita ad un nuovo progetto politico che vede nel centrosinistra e nella sua maggioranza, l’unico soggetto politico capace di perseguire le sfide future che ci attendono». Ecco le priorità che sindaco e nuova giunta hanno individuato: riorganizzazione della macchia amministrativa, costituzione dei Distretti Rurali, Ambiente e Ciclo dei rifiuti, con la costituzione di una società per la realizzazione della raccolta differenziata, la razionalizzazione delle spese, l’Urbanistica, la pianificazione della Mobilità, la riorganizzazione della manutenzione, le politiche di controllo e sicurezza del territorio e Sanità pubblica e ospedale. Una nuova giunta da cui ci si aspetta molto, nata sotto gli auspici di un cambiamento (anche se parziale, viste le riconferme in giunta) e di una svolta per il paese che finora é mancata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche