27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 17:59:00

Provincia di Taranto

Massafra all’Asl: giù le mani dal laboratorio


MASSAFRA – Giù le mani dal laboratorio di analisi. Il consiglio comunale convocato in seduta monotematica per il centenario dell’Arma dei Carabinieri ha finito per discutere della chiusura del laboratorio di analisi.

Da ieri nella sede ubicata presso l’ex ospedale cittadino “Matteo Pagliari” si possono eseguire solo i prelievi. Primi disagi che si associano alle polemiche dei giorni scorsi.

I capigruppo che avrebbero dovuto discutere in una riunione ristretta dell’argomento hanno preferito presentare in consiglio comunale un ordine del giorno con il quale incaricavano gli uffici comunali a scrivere una lettera al direttore generale dell’Asl di Taranto, Fabrizio Scattaglia affinché sospendesse il provvedimento di chiusura del laboratorio e riferisse in una seduta monotematica del consiglio (da programma per i prossimi giorni) le ragioni del provvedimento. In aula solo Sel si è astenuta dal voto all’ordine del giorno ritenendo infondate le polemiche degli altri gruppi politici.

“Il laboratorio di analisi è un servizio che funziona qui a Massafra – fa notare il capogruppo del Pd, Vito Miccolis – l’utenza è notevole. Trasferire il centro a Castellaneta, lasciando qui solo il servizio prelievi arreca notevole disagio alla popolazione che, vorrei ricordarlo, ha già dovuto rinunciare all’ospedale nella logica del risparmio sancita con il piano di rientro sanitario pugliese”.

Da due anni, infatti, il nosocomio è chiuso e la paura è che rinunciando anche al laboratorio di analisi la sanità massafrese possa essere ulteriormente penalizzata.

Trasferendo il laboratorio a Castellaneta, dove l’ospedale è invece attivo, l’Asl probabilmente otterrebbe un risparmio sui costi, ma per molte categorie (donne incinta o dializzati) residenti a Massafra significa spostarsi di alcuni chilometri per ottenere un servizio che sino a ieri avevano in città.

“Perchè sempre Massafra?” domanda ancora Miccolis “Qui l’utenza è superiore a quella di Castellaneta. E’ ora di dire basta a questi continui scippi”.

Da ieri nel laboratorio si effettuano i prelievi. Le provette vengono quindi portate a Castellaneta per l’analisi. Passa dunque più tempo per i referti. “E se ci fossero imprevisti? La neve, un incidente….” domanda il capogruppo del Pd.

Insomma la sanità taglia ancora e la paura dilaga anche perchè a rischio potrebbero esserci altri laboratori di analisi. Si smantella Massafra, ma anche altri nosocomi, come quello di Grottaglie, sono continuamente minacciati dalla scure dei tagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche