16 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 15 Maggio 2021 alle 14:20:20

Provincia

Opere pubbliche, è guerra tra Pd e Pdl


GROTTAGLIE – E’ guerra tra Pd e Pdl in fatto di opere pubbliche in città. 

Il capogruppo ed ex candidato sindaco del Pdl, Ciro Gianfrade denuncia ritardi nell’esecuzione degli interventi previsti nel programma annuale del 2012 e dal Palazzo di Città, l’assessorei ai lavori pubblici, Alfonso Annicchiarico ribatte sostenendo che molte opere sono, invece, in via di esecuzione e che, comunque, l’amministrazione ha preferito non aumentare l’Imu.

Punti di vista completamente differenti, ma che aprono ad una riflessione: una buona amministrazione non dovrebbe garantire igiene, sicurezza e decoro della città, cercando, comunque di contenere le spese?

Sul tavolo delle contestazioni Gianfreda pone una serie di interventi che l’amministrazione Alabrese già prima del rimpasto di giunta aveva annunciato. “Che fine ha fatto – domanda – la sistemazione della piazzetta di via Trieste angllo via Duca d’Aosta ora in completo stato di abbandono? (prima foto da sinistra). Che fine ha fatto il bando per la ristrutturazione dei campi di pallacanestro in fondo a via Aldo Moro? Qui solo verganga e degrado, tutto realizzato con i soldi pubblici (seconda foto). A quando la ristrutturazione del parcheggio di via Martiri d’Ungheria? Dove sono finiti i soldi dell’avanzo di amministrazione, circa 250mila euro? (ultima foto a destra)”.

Denuncia, inoltre, lo stato di insicurezza nella scuola Sant’Elia dove ogni giorno alunni e genitori sono costretti a passare sotto le impalcature. Gianfreda chiede, pertanto, le dimissioni dell’amministrazione Alabrese. Dimissioni a cui certamente non pensa l’assessore del Pd, Annicchiarico che, invece, accusa di comportamento non corretto il capogruppo pidiellino. “Se, prima di porsi amletici quesiti, avesse esercitato il suo ruolo di consigliere comunale avrebbe potuto acceertare che tante delle opere da lui indicate hanno iniziato i loro iter procedrurale ed alcune si sono addiritutra concluse, come il Palazzetto dello Sport per il quale, a breve, ci sarà la pubblicazione del bando di gara per l’affidamento dei lavori della pista di pattinaggio”.

Cita i lavori di manuntezione stradale in atto in questi mesi e la messa in sicurezza idraulica del territorio. Ma poi pone l’accento sulle difficoltà economiche dell’ente: “Siamo vigili ad intercettare i finanziamenti, ma siamo consapevoli che per fare altro avremmo dovuto a7umentare le aliquote Imu. Ciò avrebbe potuto garantire maggiore gettito nelle casse comunali, ma avrebbe pesato di più sulle famiglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche