09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 22:30:25

Provincia

Il sindaco Iaia: “La buona politica c’è”


SAVA – “Grazie a tutti. Alle istituzioni, alle forze dell’ordine ed ai cittadini. Oggi dimostriamo che c’è la politica buona per il rispetto della legalità. Questa dimostrazione di solidarietà mi convince ancora di più ad andare avanti. Non mollo”.

Così il sindaco Dario Iaia stamattina, quasi commosso dalla presenza di migliaia di persone che hanno voluto partecipare al corteo per la legalità organizzato dalla sua amministrazione a seguito dell’attentato incendiario con cui sono state distrutte due auto nel suo garage.

Mentre sul fronte delle indagini si lavora alacremente per cercare di scovare i responsabili dell’attentato, l’intera provincia si mobilita. Stamattina la piazza centrale del paese era gremita di gente. I sindaci di tutta la provincia da Manduria a Martina Franca hanno voluto partecipare all’iniziativa “nel segno della solidarietà verso il collega – ci spiega il sindaco di Lizzano, Dario Macripò – perchè sono gesti che vanno condannati e quindi è importante anche con la partecipazione rendere questa testimonianza”.

“Siamo qui senza indossare il colore politico perchè questi fatti non hanno bandiera” riferisce il capogruppo del Pd di Massafra, Vito Miccolis che pure ha voluto partecipare al fianco della sua amministrazione di centrodestra.

Tanti studenti hanno guidato il corteo perché è a loro che principalmente si è voluto affidare il messaggio del rispetto della legalità. Tra i gonfaloni ed i sindaci con indosso la fascia tricolore il primo cittadino di Sava che in questi giorni è stato tempestato di messaggi di solidarietà. Al corteo hanno voluto partecipare anche la Provincia, con gli assessori Mancarelli e Scalera, i consiglieri regionali Curto e Lospinuso, l’on. Tatarella, tanti anzi tantissimi altri, tra forze dell’ordine, associazioni e semplici cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche