22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 16:48:29

Provincia

Lizzano, ecco i tre sfidanti alle Primarie


LIZZANO – Antonio Lecce, Antonio Leggieri e Biagio Restano sono i tre sfidanti delle primarie che si disputeranno domani in città. 

Uno di loro dovrebbe essere il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra che, dopo trent’anni, a Lizzano tenta di ricompattarsi.
Tre nomi che si propongono per la prima volta alla candidatura a sindaco della città. Rinnovamento e cambiamento sono i segnali che il “nuovo centrosinistra” intende dare in questa campagna elettorale per le amministrativa del 26 e 27 maggio prossimi.

Due giovanissimi Lecce (24 anni) e Leggieri (29 anni) e il segretario di Sel, Restano sono i volti su cui si intende puntare.

Conosciamoli.  Antonio Lecce è già vice segretario del Pd, dipendente Alenia, milita nei democratici da quando aveva sedici anni. “Credo che a Lizzano ci sia bisogno di una persona che metta insieme le parti – afferma per difendere la città dalle ingiustizie che gravano sul territorio. Penso ad esempio alla discarica, piuttosto che alla sicurezza delle strade provinciali. Abbiamo bellezze come il mare che altrove ci invidiano, ma che non riusciamo a valorizzare. Su questi fronti credo che il centrosinistra debba lavorare, unito”.

Antonio Leggieri è già consigliere comunale a Lizzano. Militante nel Pd è passato poi tra i dissidenti del partito ed oggi si presenta alle primarie alla guida del movimento per Lizzano. “Porto la mia storia e la mia esperienza amministrativa – ci dice – per tentare di guidare la città nel segno del cambiamento e del rinnovamento”.

Restano era già stato candidato per la lista Lizzano Libera che raggruppava Sel, Udc, Modem e Psi. Ha fatto un passo indietro accettando le primarie nel segno del cambiamento proclamato. “Ciò che mi interessa – afferma – e battere la destra per dare a Lizzano un volto nuovo sotto l’aspetto ambientale, dell’arredo urbano m anche della ripresa economica”.

Alle primarie si era inizialmente candiato anche il segretario cittadino del Psi, Angelo Palazzo che ha ritirato la candidatura “per dare – spiega – un senso di compattezza alla coalizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche