13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Provincia

Più Imu per i nuovi giardini di Palagiano


PALAGIANO – Quarantamila euro al mese da risarcire alla Regione con l’aumento dell’Imu. 

E’ già protesta in città per l’annunciato incremento di mezzo punto percentuale dell’imposta sugli immobili collegata all’approvazione della delibera n. 63 con la quale la giunta municipale (assente il sindaco Gaetano Tarasco) ha detto sì al progetto di recupero e riqualificazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria nell’ambito degli insediamenti di edilizia residenziale.

Si tratta, in pratica, di un progetto per la sistemazione di aree a verde attrazzato, parcheggi e giardini per un importo complessito di oltre quattrocentomila euro.

Somma che ha ottenuto il finanziamento regionale “ricondotto – si legge nella delibera – al contratto di tipo mutuo previsto dal Codice Civile e che risulta equivalente alla forma di finanziamento quale il mutuo con la cassa Depositi e Prestiti”.

In altre parole un mutuo che il Comune ha contratto e che prevede il pagamento di rate di ammortamento per le quali, la stessa giunta ha già disposto nella delibera “che le risorse necessarie saranno reperite dalle entrate correnti senza specifico vincolo di destinazione, percisando che ove tali risorse risultassero incapienti si aumenta sin d’ora per allora di mezzo punto l’aliquota Imu sull’abitazione principale per cui l’imposta passerà dal 4 per mille al 4,5 per mille”.

Per l’opposizione è un bluff. “Il grande bando diventato una stangata”. I consiglieri Serra, Mancini e Marangione annunciano battaglia: “Il grande bando presentato da esponenti del Pd come un finanziamento intercettato dall’amministrazione altro non è che un mutuo. A cui la reponsabile dell’ufficio ragioneria dette parere sfavorevole. Ora a distanza di mesi quale parere è cambiato, ma la cosa più grave è che se non riusciremo a mettere insieme le somme da restistuire ogni anno alla Regione saranno i palagianesi a pagare. I cittadini meritano rispetto e chiarezza. E’ ingiusto aumentare le tasse sapendo che i 40.000 euro l’anno da restituire per il mutuo saranno a carico dei contribuenti ai quali, peraltro, in campagna elettorale era stata promessa l’Imu al minimo, già aumentata al 4 per mille ed ora aumentata ancora di mezzo punto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche