10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 22:30:25

Provincia

Abusivismo, “Via i ruderi dalla litoranea”


LEPORANO – “Perchè non liberare dai ruderi la nostra splendida litoranea?”.

E’ la domanda che l’Osservatorio della Legalità onlus pone al sindaco di Leporano, Domenico Pavone segnalando alcune strutture che deturpano il paesaggio litorale.

“Ci sono – afferma la presidente Emma Bellucci Conenna – costruzioni abusive lasciate a marcire da anni per l’assurda vicenda del condono edilizio che probabilmente non riuscirà mai a far scrivere la parola fine. Ruderi senza storia inseriti nella macchia mediterranea. Recinzioni raffazzonate, lì, a deturpare gli scogli, amara testimonianza di una sperata attività lavorativa. Testimonianze di una latitanza degli amministratori, senza giustificazione”.

La foto che pubblichiamo fa riferimento ad uno dei tanti ruderi segnalati. Si riferisce alla struttura abbandonata in località Baia d’Argento.
“Cosa ostacola la definizione dell’iter amministrativo” domanda ancora la presidente dell’osservatorio “che fine hanno fatto i piani di recupero degli insediamenti abusivi? Quali e quanti mostri edilizi, costruiti anche e soprattutto sulla costa sono stati ad oggi demoliti? Tutta colpa delle lungaggini burocratiche? Lo sviluppo di un territorio non prescinde dall’attenzione per l’ambiente e la tutela del territorio. Fare sistema per attrarre turisti presuppone ben altro. Non è forse giunto il tempo di valorizzare il territorio, cominciando dall’applicazione delle leggi in materia di abusivismo per i manufatti realizzati in aree sottoposte a vincolo ambientale e paesaggistico?”.

Ecco l’appello al sindaco: “Ridisegnare la litoranea significa eliminare anche quel rudere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche