15 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Provincia

Pavese: «Il Comune verso il dissesto»


PULSANO – Il Comune verso il dissesto finanziario. «Ora possiamo affermare senza se e senza ma che la situazione economica del Comune di Pulsano è giunta al capolinea tanto che il “dissesto finanziario” sarà inevitabile» sostiene Simona Pavese, candidato consigliere nella lista “Nuova Pulsano” per Emiliano D’Amato sindaco. «I silenti rappresentanti della maggioranza di destra, nella seduta del Consiglio comunale del 7 maggio scorso – aggiunge Pavese (nella foto) – hanno avuto il coraggio di approvare sic et simpliciter il conto consuntivo 2012 senza che nessuno, nemmeno l’assessore al ramo abbia inteso chiarire, come più volte sollecitatogli anche da me, a quanto ammontino realmente i debiti del nostro Comune».

Per Pavese desta dunque particolare preoccupazione il fatto che la stessa lista del “Popolo delle Libertà Berlusconi per Ecclesia” non presenti fra i propri candidati proprio l’assessore uscente al Bilancio, Mimmo Cometa. Intanto «il debito contratto con la Lombardi Ecologia – aggiunge Simona Pavese – rimane sempre consistente ed il servizio non è all’altezza di un paese come Pulsano, il depuratore che finora è costato 30 milioni di euro non è partito, negli ultimi mesi sono state aumentate in uscita somme spese per gli incarichi con professionisti esterni all’amministrazione, addirittura si è raschiato il fondo del barile per pagare gli stipendi ai dipendenti, in più le strutture sportive si presentano inagibili (vedi tenso struttura di via Degli Orti), le strade non asfaltate, il cimitero abbandonato, ma soprattutto la Litoranea dei Micenei sembra un paesaggio spettrale con spiagge troppo sporche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche