Provincia

Il Giannuzzi perde oculistica, polemiche


TARANTO, 05/06/2002 OSPEDALE DI MANDURIA

MANDURIA – L’ospedale Giannuzzi ha perso la struttura semplice di oftalmologia diurna che passa al Valle d’Itria di Martina Franca. Non mancano da subito le polemiche visto che nel nosocomio della cittadina della valle d’Itria l’attività chirurgica sull’occhio è la metà, per numero e qualità degli interventi eseguiti dagli oculisti in servizio al presidio manduriano. Decisione che gli stessi medici manduriani, in una lettera inviata alla direzione generale della Asl, ritengono inopportuna. 

“Noi medici – scrivono gli oculisti del servizio trasferito a Martina – non siamo a conoscenza dei numeri esplicativi della nostra attività chirurgica e diagnostica che sono stati portati alla sua attenzione al fine di assegnare la struttura semplice di Day-Service Oftalmologico”.

Elencando i numeri dell’attività svolta negli ultimi quattro anni, gli oculisti del Giannuzzi non si capacitano di tale scelta. “Oltre all’attività chirurgica espletata dall’unità di oftalmologia di Manduria che da sola fornisce numeri doppi a quella svolta dalla stessa struttura della Valle d’Itria e che si avvicina all’attività chirurgica sul segmento anteriore (cataratta) svolta dalla struttura complessa dell’ospedale Moscati di Taranto – si legge nella lettera inviata alla Azienda Sanitaria Locale – preme sottolineare il flusso di pazienti provenienti da altre Asl con mobilità attiva che sfiora il 50% dell’utenza. Inoltre le liste d’attesa riferite all’intervento di cataratta sono quantificabili nell’ordine di pochi mesi”.

Secondo quanto si evince dai nuovi piani della Asl, l’attuale dirigente dell’oculistica di Manduria, Raffaele Leaci, diventa referente dell’oculistica di Martina dove potrebbero essere trasferiti anche gli altri tre oculisti.

Un patrimonio di professionalità che “non può essere disperso senza una motivazione che non parta dai numeri esplicativi al di là di ogni possibile dubbio dell’attività svolta – sostengono gli oculisti del Giannuzzi che si dicono “pronti a tutelare in ogni sede la nostra professionalità”.
Riflettori sempre puntati sull’ospedale che perde oculista e altri reparti.

Intanto dopo venti anni, sempre al Giannuzzi, è stato attivato il reparto di rianimazione. Il reparto si compone di sei posti letto ed è attivo da qualche giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche