11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Provincia

“Porta a porta”: la raccolta rifiuti ora supera l’80%


SAVA – I savesi dimostrano, con la raccolta dei rifiuti porta a porta, di voler diventare un Comune virtuoso ed i primi dati sulla raccolta proiettano oltre l’80% . Si passa dal 12 all’82% ed è questo un dato certamente sorprendente che, come conferma l’esperto ambientale, Emanuela Grato, fa registrare in questo territorio un vero e proprio salto di qualità. “Sono orgoglioso del mio paese. Questo ottimo avvio di un servizio che ci fa’ camminare sulla strada della civiltà dimostra invece che, Sava vuole crescere e migliorare e vuole andare al di la’ delle sterili polemiche” così il sindaco Dario Iaia (nella foto) commenta il sorprendente risultato.

“Certamente – ammette anche il primo cittadino – c’è ancora tanto da fare e ci sono ancora persone ottuse che, non si capisce per quale ragione, invece di chiamare il numero verde, gettano rifiuti in campagna, inquinando il loro stesso futuro. Ormai, il rispetto dell’ambiente è un concetto chiaro anche ai bambini”. Ed infatti, su alcune polemiche dei giorni scorsi, relative all’unico giorno di raccolta dell’indifferenziato, è l’esperto ambientale, Emanuele Grato, a chiarire alcuni aspetti del servizio fornito da Igeco. “Si tratta della obiettiva difficoltà della popolazione, abituata a conferire in qualunque momento nel cassonetto, a doversi adeguare ad un calendario di raccolta. Specialmente, si tratta del rifiuto indifferenziato che, come giustamente alcuni cittadini hanno rilevato, è da noi volutamente raccolto una volta a settimana, con la finalità di spingere anche i più pigri a differenziare. E ciò ha avuto, fin dalla prima settimana, ottimi risultati in termini di percentuale di raccolta differenziata. Questo dimostra la buona volontà dei cittadini da un lato, e la corretta intuizione del capitolato, dall’altro”. “Obiettivamente – precisa l’esperto – però, vi sono taluni cittadini per i quali avere in casa una settimana il rifiuto indifferenziato può costituire un problema, in particolar modo se si hanno in famiglia disabili, anziani non auto-sufficienti, allettati. Per queste famiglie la società Igeco, a breve, aumenterà i turni settimanali di raccolta dell’indifferenziato da uno a tre giorni. Infine, per le famiglie con bambini al di sotto dei tre anni, l’azienda ha già avviato la consegna in comodato d’uso gratuito di un contenitore per la raccolta dei pannolini” “Il risultato – conclude l’assessore all’ecologia Fabio Pichierri – è stato ottenuto grazie all’impegno e collaborazione tra cittadini-utenti e la Soc. Igeco (concessionaria del servizio)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche