12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Provincia

Chiudere chirurgia per l’estate? Il comitato insorge


GROTTAGLIE – Sale la tensione. In città c’è la paura di perdere l’ospedale San Marco. La carenza di organico e l’arrivo del periodo feriale accelera il processo di preoccupazione e dal comitato nato in difesa dell’ospedale cittadino è allarme. “La situazione del San Marco – si legge in una nota – è diventata insostenibile. In chirurgia manca il personale, ci sono solo quattro infermieri, di conseguenza non è possibile garantire il livello essenziale di assistenza. Per il periodo estivo non vengono garantiti né l’assistenza né le ferie al personale. Al fine di ottemperare ai precetti di legge che richiedono i livelli essenziali di assistenza (LEA), il primario di anestesia, pur non dovendo si è messo a disposizione per le reperibilità.

È stato chiesto l’incremento ma la risposta è stata quella di chiudere chirurgia per il periodo estivo .Al dott Lupo non è stato rinnovato il contratto. Come può esistere senza chirurgia un’ostetricia o un qualunque altro reparto chirurgico? Questo è il preludio della chiusura definitiva”. Un segnale era già giunto qualche tempo fa quando alla carenza di organico in cardiologia era stata chiesta un’altra unità medica “che non è mai arrivata”. Nel reparto c’è un solo medico. “Questo dottore – fanno sapere dal comitato – sopperisce al complessivo fabbisogno dell’ospedale da solo senza potersi permettere un giorno di riposo”. Tagli e sofferenze a cui ora si chiede di dare risposte. “Chiediamo quali siano le reali intenzioni del Direttore Generale dell’Asl e del Dott. Mensa – scrivono ancora nella nota i rappresentanti del comitato cittadino – che nonostante abbiano ripetuto che l’ospedale non chiude, stanno togliendo allo stesso la linfa vitale”. Il direttore generale è stato già invitato dal presidente della III Commissione consiliare Sanità, Enzo Lacorte a partecipare alla riunione dei componenti programmata per il 21 giugno prossimo. Un appuntamento finalizzato a chiarire quale futuro attende l’ospedale San Marco di Grottaglie. Intanto l’attenzione resta alta e già sabato il comitato in difesa dell’ospedale San Marco vorrebbe chiedere spiegazioni al primo cittadino. Ha, infatti, organizzato un incontro per attivare nuove azioni in difesa di un ospedale che già in passato è stato tormentato da continui tagli che, oggi, rischiano di far scoppiare l’emergenza.

M.D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche