Provincia

Estate alle porte. Spiagge pulite, ecco dove


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Domenica le temperature raggiungeranno i 27°. Arriva l’estate, quest’anno con notevole ritardo rispetto a quanto la colonnina di mercurio ci aveva abituato negli anni passati.

Nonostante ciò molte spiagge restano ancora inaccessibili o comunque colme di rifiuti.

Un tormentone per le amministrazioni, ma anche per i bagnanti che ogni anno prima dell’avvio del calendario degli interventi di pulizia, si trovano a dover sistemare gli omblelloni tra sacchetti e rifiuti d’ogni sorta.

Per non parlare della scogliera dove, spesso, gli angoli più nascosti vengono trasformati in vere e proprie discariche a cielo aperto.
Le amministrazione comunali, puntualmente, sono costrette ad intervenire per cancellare quanto l’inciviltà ha disseminato sulla litoranea durante tutto il periodo invernale.

C’è chi ha già cominciato a ripulire e chi, invece, è nettamente in ritardo rispetto all’arrivo della stagione estiva. Partiamo dal versante occidentale della costa ionica, ovvero dalla Marina di Ginosa che quest’anno ha ricevuto la quindicesima Bandiera blu. L’unica per la provincia ionica, purtroppo. Evidente segno che lidi e servizi non sono ancora rispondenti alle esigenze dei bagnanti.

Ma torniamo alla pulizia delle spiagge.

A Ginosa Marina l’ordinanza per l’avvio del servizio è stata firmata ieri. Si parte il 15 giugno, fino al 15 settembre. Qui, però, è attiva anche la raccolta differenziata sulle spiagge, quindi ci saranno una sessantina di bidoncini di colore diverso per riciclare carta, plastica e vetro. Con cadenza giornaliera i sacchi verranno raccolti, così come verranno rastrellate le spiagge.

A Castellaneta Marina stesso periodo di attivazione: 15 giugno/15 settembre. Quindi per domani sulle spiagge sarà possibile imbattersi nei rifiuti.

A Palagiano, invece, il sindaco Gaetano Tarasco promette spiagge pulite già da domani: “Il servizio è già partito per Chiatona e Pino di Lenne e contiamo di completarlo entro oggi”.

Poco più in là la marina di Massafra, con Chiatona e Verde Mare dove la pulizia, invece, partirà la prossima settimana.

A Taranto la pulizia del litorale è già cominciata ai primi di giugno e andrà avanti fino al 13 settembre. Finora le operazioni vengono eseguite dal lunedì al venerdì, ma dal primo luglio anche nel week end.

A Leporano una prima bonifica è già stata effettuata, ma da martedì 11 giugno si entra a regime fino a metà settembre. Stesso iter per Pulsano dove erbacce e rifiuti sono stati rimossi in modo grossolano e dalla prossima settimana si parte in maniera radicale. Lizzano, che anche quest’anno ha ricevuto la Bandiera Verde come marina più idoneo per i bambini, parte da luglio. “Abbiamo già fatto il grosso anche se le mareggiate hanno poi riportato i rifiuti sui lidi” commenta il sindaco Macripò “non ha senso cominciare in maniera quotidiana prima dell’avvio della stagione estiva, perché purtroppo ci troveremmo al punto di partenza”. Rastrello in mano anche a Torricella dove l’intervento straordinario è già partito, come a Maruggio e dalla prossima settimana via alla pulizia giornaliera nelle zone di Trullo di Mare e Torre Ovo fino a settembre.

A Marina di Manduria si comincia da S. Pietro in Bevagna per bonificare poi i 13 chilometri di costa messapica.

 

Parola ai lettori

Spiagge sporche, spiagge pulite. Cassonetti maleodoranti, strade off-limits per i doppi e tripli parcheggi. E ancora: insetti, erbacce, musica “sparata” ad alto volume anche negli orari “proibiti”, prezzi da capogiro e magari senza rilascio di scontrini nei locali pubblici. Questo ed altro, arrivato il giro di boa estivo, occuperà le cronache delle prossime settimane. Noi passeremo al setaccio le due coste, quella jonica e quella salentina, grazie anche e soprattutto al contributo dei lettori e dei turisti. Alla fine saranno loro a decretare chi meriterà le Bandiere “Blu” o quelle “Nere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche