17 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Giugno 2021 alle 19:23:30

Spettacolo

Quarant’anni tra opere e belcanto

Il cartelllone della edizione 2014 del Festival della Valle d'Itria


MARTINA FRANCA – E’ stato messo a punto il cartellone della 40esima edizione del Festival della Valle d’Itria, evento che da sempre richiama, nella cittadina, un numero elevatissimo di amanti dell’Opera e del “belcanto” in genere e che, anche quest’anno, vede alla direzione artistica Alberto Triola.
“Un programma di grande rilievo – come lo definisce lo stesso Triola in una nota di presentazione sul sito ufficiale del Festival – che ne conferma la natura di eccezione culturale nel panorama internazionale”.
Dal 18 luglio al 3 agosto, dunque, il pubblico potrà assistere ad una serie di spettacoli che sintetizzano quelli che sono i tre elementi chiave della storia del Festival: il belcanto, il barocco e la scuola pugliese-napoletana.
Il sipario della serata inaugurale, quella del 18 luglio, si alzerà sull’opera di Alfredo Casella “La donna serpente”: nello splendido scenario di Palazzo Ducale (nel centro storico), Cesare Vico Ludo-vici, da Carlo Gozzi, metterà in scena l’opera fiaba in un prologo, tre atti e sette quadri.
Si replica il 20 e 26 luglio.
Il secondo appuntamento, sempre a Palazzo Ducale, è fissato per sabato 19 luglio con il “premio Rodolfo Cel-letti”.
Il 27 luglio (replica il 30 luglio), lo spettacolo in cartellone è “Armida”, con Tommaso Traetta. Si tratta di una festa teatrale per musica su libretto di Giannambrogio Migliavacca; prima esecuzione in tempi moderni. Revisione a cura di Luisa Cosi (Palazzo Ducale).
Il 27 e 30 luglio va, invece, in scena il “Progetto Accademia del belcanto”, con  Agostino Steffani (Palazzo Ducale).
“La lotta d’Ercole con Ache-loo”, divertimento drammatico su libretto di Bartolomeo Ortensio Mauro, è lo spettacolo in cartellone per 25, 28 luglio e 1 agosto. Il palco è quello del chiostro di San Domenico.
Per festeggiare la quarantesima edizione del Festival, sabato 2 agosto, a Palazzo Ducale e il giorno dopo, domenica, in una location ancora da definire, si farà festa con una serie di iniziative che coinvolgeranno, sicuramente, il pubblico che da sempre segue la manifestazione.
Ai più piccoli è dedicata la data del 21 luglio quando sul palco della chiesa Santa Famiglia verrà rappresentata “L’arca di Noè”, di Benjamin Britten.
“Concerto per lo spirito” è il titolo dello spettacolo previsto per il 23 luglio nella basilica di San Martino.
Questi, infine, gli appuntamenti previsti per il ciclo di concerti inseriti nella sezione denominata “Novecento e oltre”: 27 luglio: musiche di Strauss, Wolff nel chiostro di San Domenico; 29 luglio: musiche di Zappa, Gulda, Gershwin, Cajkovskij a Palazzo Ducale; 31 luglio: musiche di Steffani, Monteverdi nel chiostro di San Domenico.
Per il ciclo “concerti fuori orario”, dal 19 luglio al 2 agosto sono previsti una serie di eventi in chiese, chiostri e masserie di Martina Franca e della Valle d’Itria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche