20 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Giugno 2021 alle 07:42:14

Spettacolo

“Mènage à trois” nella farsa in scena al Turoldo

Lo spettacolo di questa sera della compagnia teatrale “La rotaia”


La tranquillità di una felice e normale vita coniugale viene trasformata, improvvisamente, in un assurda situazione di convivenza a tre dal ritorno del primo marito della signora, disperso in guerra e creduto morto: è questa, in sintesi, la trama della farsa comica in due atti di Gianfranco Carriglio che questa sera (ed in replica domani) la compagnia teatrale “La rotaia” mette in scena al  Padre Turoldo (in via Laclos).

“Tre cuori e una capannae… ‘a litte stritte cuerchete mminze”, questo il titolo del divertente spettacolo, in definitiva vede muoversi sul palco due mariti rivali che tendono ognuno a screditare l’altro agli occhi della povera moglie precipitata, di colpo, in una bufera tragicomica di litigi e dispetti.

Ma alla fine, come sempre accade, fra due litiganti c’è un terzo che gode. Il lavoro, quello di Carriglio,  ricco di colpi di scena e di quadretti di comicità irresistibili. Una storia raccontata in differenti versioni a teatro e al cinema anche da grandi personaggi come Totò e Peppino. 

Questi i personaggi ed interpreti: Umberto Marseglia (Peppino Calzolaro), Franco Pisani (Cataldo Lo Sturzo), Caterina Pendelli (Amalia), Gianfranco Carriglio (Raffaele), Ada Mele (Natalina), Giulio Granio (Ninuccio), Franco Cervino (Don Antonio), Alma Millarte (il commissario), Ciccio Peluso (il detective), Dora De Giorgio (Lisetta).

L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21; alle 19,30 per la replica di domenica 9 febbraio. Info: 339:8735616

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche