Spettacolo

Cosa fareste se incontraste il vostro diavolo custode?

Le umane tentazioni di Vincenzo Salemme


Si chiude, domani, giovedì 20 marzo, il sipario sulla stagione artistica 2013/2014 curata da Renato Forte con uno spettacolo che vede protagonista, sul palco dell’Orfeo (via Pitagora, 70), uno degli attori più amati ed apprezzati per la sua schietta comicità: Vincenzo Salemme.

“Il diavolo custode” è il titolo del lavoro che andrà in scena e che Salemme ha scritto e dirige, oltre ad interpretare.

Si tratta di uno spettacolo divertente che, visto la grande richiesta da parte del pubblico, viene proposto per due sere consecutive: è prevista, infatti, la replica venerdì 21 marzo.

Ancora una volta il bravo Salemme dimostra come la storia di un uomo qualunque possa far divertire.

Gustavo Gambardella è il classico uomo medio strozzato ed assediato dalla famiglia. Proprietario di un piccolo bar, per portare avanti questo esercizio ha chiesto un mutuo oneroso alla banca. Ma le cose non vanno affatto bene. La moglie – e non solo lei – lo rimprovera perché troppo onesto. Lui, effettivamente, è un uomo impaurito ed insicuro. Un diavolo tentatore, un diavolo che ama il dubbio e l’inquietudine. Gustavo fa breccia, non vuole ascoltare, il diavolo gli fa paura. Il dilemma che Gustavo si pone è: usare la pistola o vendere l’anima al diavolo in cambio di una vita di successi? E voi vendereste l’anima al diavolo? Una storia che in questo particolare momento storico che stiamo vivendo è quanto mai attuale. Sono tante le persone e le famiglie in difficoltà che, forse, qualche volta, per salvarsi, hanno anche pensato di vendere la propria anima al diavolo, ma il buon senso prevale sempre. O quasi.

In un’intervista il noto attore partenopeo ha dichiarato: “Ho voluto fare uno spettacolo che vi facesse venire voglia di parlare di più con voi stessi, col diavolo che è in voi senza averne tanta paura, perché se quel diavolo che è in voi è forse solo un povero diavolo, non può farvi del male. E magari vorrebbe darvi una seconda possibilità. Perché diciamoci la verità, ci lamentiamo spesso con l’universo intero e con la vita che sono stati troppo crudeli con noi. E allora immaginiamo che un giorno il nostro diavolo custode salga sulla terra e venga a dirci: vuoi tornare a nascere e ricominciare daccapo? La vuoi la seconda possibilità? Ma sei sicuro che ne valga la pena?”.

Con lui, sul palco, Nicola Acunzo, Domenico Aria, Franco Cortese, Fioriana De martino, Antonio Guerriero, Raffaella Noverino e Giovanni Ribò.

Sipario ore 21.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche