Spettacolo

Paolo in corsa per la vittoria finale dalla De Filippi

Il cantante nato a Galatina ma residente a Massafra è uno dei candidati alla vittoria finale al fortunato programma di Canale 5


“Un veicolo con il quale raccontare te stesso e la tua storia”: ecco come Paolo Macagnino spiega la sua passione per la musica durante un’intervista dopo aver conquistato l’accesso al serale di “Amici”, il fortunato e seguitissimo “talent show” in onda, oramai da tredici edizioni, su Canale 5 e condotto da Maria De Filippi.

Natoa Galatina, ma residente a Massafra, è dai più è considerato uno dei probabili vincitori dell’edizione di quest’anno.

Appena 22enne, dotato di una straordinaria e potente voce, sembra possedere tutti i requisiti necessari per diventare una vera star. E, come spesso accade quando c’è di mezzo un “talent”, le adolescenti già impazziscono per lui.

Per i suoi compaesani Paolo è “la tigre di Massafra”, appellativo che ben evidenzia le doti di combattente che il cantante ha dimostrato lungo tutto il suo percorso nella scuola, soprattutto quando ha dovuto sostenere la pressione degli insegnati, Rudy Zerbi e Grazia Di Michele.

Ad “Amici” approda dopo aver partecipato con la sua band, nel 2009, a Sanremo Rock Festival.

Solo negli ultimi tre anni il canto è diventato la sua unica passione: dotato di grande capacità interpre-tativa, si esprime al meglio anche quando esegue brani di artisti del calibro di Paul Mccartney o Freddy Mercury, giusto per citarne due a caso. Prima di entrare a far parte della squadra bianca, il cantautore massafrese ha dovuto superare lo scoglio di una prima maglia nera presa già nella puntata del 23 novembre, quando ha interpretato Panic Station dei Muse.

Nella serata del 14 dicembre si è poi esibito prima insieme a Giada Agasucci in Bohemian Rapsody dei Queen, poi da solo in un pezzo dei Negramaro. Nuova maglia nera da riscattare nella puntata dell’11 gennaio, quando il maestro Zerbi gli ha rinfacciatoi il fatto di non emozionarlo mai. Subito dopo Paolo si è impegnato al massimo interpretando una serie di brani, a partire da Pensieri e parole di Battisti, ma è stato bloccato dallo stesso Zerbi. Il 31 gennaio è stato anche protagonista di un episodio che lo ha messo sotto osservazione, procurandogli un provvedimento disciplinare. Il 14 marzo, finalmente, è arrivato il semaforo verde. E la corsa continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche