Spettacolo

Dedicato a Taranto il premio che celebra l’arte e il territorio

L'evento “Magna Grecia - Perla dello Jonio”


TARANTO – E’ dedicata a Taranto l’edizione di quest’anno del premio “Magna Grecia – Perla dello Jonio”  che assegna riconoscimenti a personalità del mondo dell’arte provenienti sia dall’Italia che dall’estero.

Questo pomeriggio, alle 17, nella “Sala degli specchi” a Palazzo di Città, si terrà la cerimonia di premiazione.

Organizzato dall’associazione “Arte 74”, il premio non è dedicato solo all’arte, ma anche alla riscoperta del territorio. Un territorio, il nostro, spesso deturpato dall’inquinamento e dall’incuria.

La scelta di una struttura pubblica come location per l’assegnazione dei premi, sottolineano in una nota gli organizzatori, non è casuale: indica la ferma volontà di dare valore alla funzione dell’arte quale portatrice di bellezza facendo, fra l’altro, riscoprire a livello internazionale quelle che sono le bellezze che caratterizzano la nostra regione, in una virtuale linea del tempo che passa dagli sfarzi del passato all’arte contemporanea.

Tra i premiati anche i “Sud Sound System”, il gruppo salentino che è riuscito a miscelare, nella sua musica, la tradizione popolare del Salento con i ritmi moderni. A loro va il premio speciale “Magna Grecia” anche per essersi distinti nella salvaguardia del territorio, diventando espressione dell’anima salentina nel mondo.

Premi speciali alla cultura ed al giornalismo saranno, inoltre, assegnati a Francesco Persiani e Nicla Pastore, giornalisti attivi nel territorio con lo spiccato senso di appartenenza ad una terra che grida con la sua sete di conoscenza e il suo amore per il bello.
A fare da colonna sonora all’evento saranno i ritmi dei “Addù sciamu sciamu”, gruppo nato per tramandare la tradizione della Taranta, danza ricca delle sonorità arcaiche della terra salentina. E’ prevista, inoltre, la presenza del presidente della Comunità Ellenica di Brindisi, Lecce e Taranto, Ioannis Davilis, al quale sarà consegnato un premio dedicato alla riscoperta delle tradizioni della Gre-cìa salentina; della scrittrice di origine bulgara Rada Koleva-Genova, per il libro: “L’altra anima dell’ulivo”; di una rappresentanza di Legambiente Taranto, per la salvaguardia del territorio; dell’associazione di archeologi Thazamaski, per la scoperta e riscoperta di civiltà sepolte del nostro passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche