Spettacolo

Brugole: al TaTà va in scena il lavoro ai tempi del precariato

Lo spettacolo porta la firma di Elisa Nur Sultan al suo debutto alla regia


TARANTO  – “Brugole” è il titolo del divertente spettacolo firmato da Lisa Nur Sultan, di scena questa sera sul palco dell’auditorium TaTà (in via Grazia Deledda, al quartiere Tamburi”), per la rassegna “Racconti di lavoro” della CGIL di Taranto, in collaborazione con il Crest.
A fare da sfondo al racconto sette assi, cinquantaquattro viti e due brugole. Al centro della vicenda il  il precariato, condizione che sembra aver cambiato le nostre vite a tal punto da modificare il modo di pensare di ciascuno.
“Brugole nasce da una riflessione sulle costrizioni invisibili di cui siamo vittime: gli imperativi acritica-mente accettati, la fede nelle scelte della massa – ha dichiarato l’autrice – E’ l’epitaffio dell’homo econo-micus: preoccupato di non lasciarsi sfuggire le occasioni, per sopravvivere all’angoscia si inventa scadenze e piccole emergenze”.
Il “brugolare” sembra essere la condanna inflitta ai due protagonisti, Marta e Giulio, colpevoli di debolezza e di difendere lo stesso sistema che li sta stritolando. Sulla scena i due attori, parlano mentre montano una libreria. Parola ed azione procedono di pari passo, mettendo a nudo un mondo che gira a vuoto, un infinito smontare e rimontare pezzi. Così come la libreria diventa letto, pianoforte, vasca da bagno, altare – perdendo il suo utilizzo primario – i desideri, le pro-gettualità, le possibili identità da assumere, si susseguono senza focalizzarsi sul presente che incombe sulla scena, fantasma del preca-riato. Il cast: Elisa Lucarelli, Leonardo Madda-lena, Emiliano Masala.
Sipario ore 21.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche