21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 06:50:00

Spettacolo

Il Liceo Archita al tempo delle leggi razziali


TARANTO – “L’Archita al tempo delle leggi razziali” è il tema del forum si terrà lunedì 13 febbraio, alle ore 17, nella Sala Paisiello, nell’ambito delle celebrazioni per i 140 anni dalla fondazione del liceo tarantino. Relazionerà il prof. Francesco Terzulli, studioso della questione ebraica, da decenni impegnato in ricerche sulla presenza degli ebrei in Puglia, sulle campagne antiebraiche degli anni ’30 e sul ruolo delle scuole tarantine, spesso troppo solerti nel propagandare, attraverso una “didattica della razza”, l’orgoglio demografico e la sanità della stirpe.

L’iniziativa si avvarrà anche del contributo del prof. Roberto Nistri, storico ed ex docente del Liceo, il quale illustrerà quale sia stata nell’ultimo decennio “La didattica della Shoah al Liceo Archita” in seguito alla promulgazione della Legge n. 211 del 20/07/2000, che istituisce il Giorno della Memoria.Nella Sala Paisiello sarà inoltre allestita una mostra costituita da materiale dell’Archivio storico del Liceo (documenti relativi agli anni ’30) e da volumi della Biblioteca del Liceo. L’Archivio storico del Liceo “Archita” raccoglie una cospicua e pregevole documentazione riguardante un periodo compreso tra il 1872 e il 1970. Esso consta di due fondi: quello riguardante il Liceo “Archita” e quello relativo all’Istituto Magistrale “Livio Andronico”. A questi va aggiunta una raccolta di oltre 4500 Diplomi di ogni ordine e grado che raccontano la storia di tutte le Istituzioni ospitate dal palazzo degli Uffici.Il Liceo “Archita” è fornito anche di biblioteca, ricca di circa 20mila volumi e annate di riviste. Contiene testi editi in questo suo secolo di vita, ma ha attinto anche al mercato antiquario che era attivo nel 1800 e nel Sud già con la confisca dei beni ecclesiastici sotto i Borboni (1818) e soprattutto dopo l’Unità d’Italia. Allieteranno la serata le note del violino del M.° Francesco Greco, che suonerà accompagnato da un quartetto di studenti. L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Puglia, dal Comune e dalla Provincia di Taranto, dall’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani) sezione di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche