09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 08:03:03

Spettacolo

Parole e musica di Brassens alla Notte della Cultura

Appuntamento con Alberto Patrucco e Andrea Mirò


Al loro originale progetto discografico, oramai da tempo, i media riservano una particolare attenzione: ci riferiamo, per intenderci, ad Alberto Patrucco ed Andrea Mirò, di nuovo a Taranto venerdì, 20 giugno, per il rinnovarto appuntamento con “La notte della cultura” dopo il rinvio, forzato, dell’evento di circa due settimane fa.

In una location ancora da definire, i due artisti presenteranno “Segni (e) particolari”, lavoro frutto di una particolare intesa fra loro.
“Segni (e) particolari” altro non è se non una sorta di emozionante percorso compiuto da Patrucco e dalla Mirò fra le parole e la musica di Georges Brassens, il più raffinato cantautore francese del secolo scorso, geniale ed ironico come pochi altri.
Insieme ai due artisti cantano alcuni dei più significativi esponenti della canzone d’autore, del teatro canzone e della comicità di classe: Ale e Franz, Eugenio Finardi, Ricky Gianco, Enzo Iacchetti ed Enrico Ruggeri.

Tredici i brani di cui si compone il progetto, tutti per lo più mai tradotti in italiano con il preciso intento di preservarli, nei loro contenuti, da una traduzione accurata che ne ha salvaguardato poesia, sostanza e incisività, col consenso degli eredi di Brassens.

Rispetto alla proposta originaria di Brassens – voce, chitarra e contrabbasso – Andrea Mirò (elegante cantautrice, musicista e direttrice d’orchestra) e Daniele Caldarini (storico musicista di riferimento di Alberto Patrucco che da anni affianca il percorso di ricerca brassensiano) propongono una lettura musicale più articolata.

Nell’intera produzione ha suonato un ampio gruppo di musicisti, da anni, tra i nomi più noti e assidui nell’ambito della canzone d’autore in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche