06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Spettacolo

Danze, canti, degustazioni e laboratori sotto le stelle

Sabato 21 giugno appuntamento nella campagna pugliese


È stata presentata ieri, a Bari, la IV edizione di “Masserie sotto le stelle”, evento che sabato prossimo, 21 giugno, spalancherà gli antichi portoni di ben 60 strutture rurali dislocate lungo tutto il territorio regionale, cinque delle quali nella nostra provincia (Madonna dell’Arco a Martina Franca, Sierro Lo Greco a Laterza, Tripoli a Castellaneta, Donna Clementina a Castellaneta Marina e Surani Grande a Manduria).

Organizzata dall’Area Politiche per lo Sviluppo Rurale della Regione Puglia, in collaborazione con l’Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti, la manifestazione prevede, a partire dalle 18, laboratori didattici, danze, canti e degustazioni.
Obiettivo dell’appuntamento: promuovere la Puglia rurarle attraverso un programma capace di far vivere, in prima persona, agli ospiti le tipiche attività  di una masseria.

“120 masserie didattiche in Puglia è un patrimonio eccezionale  – ha affermato il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, durante l’incontro con la stampa –  Luoghi della storia, della tradizione e della cultura pugliese le nostre masserie fortificate, molto spesso abbandonate al degrado, sono state recuperate e trasformate in luoghi in cui si produce, per esempio, agricoltura a chilometro zero, spazi in cui si incrociano economia e cultura, aperti alle scuole e ai bambini che così hanno modo di vivere l’esperienza della educazione ambientale e di quella alimentare”.

“La Puglia rurale, ma vorrei aggiungere anche la Puglia autentica fatta di agricoltura,  pesca, boschi o zootecnia, ha un’anima forte – ha affermato l’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni – Così sana e potente da essere in grado di andare oltre la produzione di beni primari per diventare un fattore turistico di trascinamento e di diversi-ficazione del reddito per le categorie in questione.

‘Masserie sotto le stelle’ è la vetrina, la più importante, di una promozione e valorizzazione di questo robusto patrimonio che in questi quattro anni ha convinto ed affascinato migliaia di persone”.

Nell’edizione 2014, inoltre, la manifestazione sostenibile per vocazione diventa “Zero Waste”: grazie ad una partnership con il progetto di cooperazione transfrontaliera Ipa Adriatic, “Zero Waste net for events and festivals” sarà, infatti, promossa un’azione di sensibilizzazione alla raccolta differenziata.

“In questa edizione aggiungiamo un tassello al format consueto: una maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale – ha affermato, a tal proposito, Angelica Anglani, responsabile educazione alimentare ‘Masserie didattiche’ – servizio alimentazione  – attraverso la raccolta differenziata e l’utilizzo del materiale riciclato, come i laboratori di realizzazione di bamboline e oggetti vari con materiale di riciclo e l’utilizzo di frutta e ortaggi avanzati per la realizzazione di colori naturali”.

A due distinti gruppi di giornalisti sarà data, inoltre, la possibilità di scoprire – e raccontare – la storia, il paesaggio, la produzione agraria e l’enogastronomia di Puglia attraverso l’attività delle “Masserie didattiche”. Info: 080:5347030.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche