Spettacolo

Gli obblighi della nobiltà… decaduta


TARANTO – Mercoledì 29 febbraio, alle 21, in scena al teatro Orfeo “Noblesse oblige…e le peperusse uskene” con la Compagnia “A. Casavola”. Scritta da Bino Gargano, la commedia celebra il quarantennale di uno dei titoli più divertenti del popolare commediografo tarantino Bino Gargano.

E’ lo spettacolo-cadeau della ventesima edizione del teatro comico, musical, commedia musicale e balletto promosso dall’Associazione culturale “Angela Casavola” con la direzione di Renato Forte che, in quest’occasione, si avvale della collaborazione di “Break point”. Subito una novità. Fatti salvi i dialoghi scoppiettanti e il tratto divertente dei protagonisti, l’attore-regista Renato Forte ha voluto arricchire il titolo di Gargano con alcuni momenti musicali. Da commedia, dunque, ´Noblesse oblige” diventa commedia musicale grazie a al lavoro di scrittura testi, musiche e arrangiamenti, di Bruno Buccolieri. Lo stile è in perfetta sintonia con i classici firmati Garinei e Giovannini, canzoni allegre, romantiche con qualcosa che avvicina ai grandi del passato, da Armando Trovajoli a Gorni Kramer. Sottoposte alla vedova Gargano che nel corso della serata ritirerà una targa-ricordo del quarantennale da parte del sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, Forte e Buccolieri hanno avuto il benestare per portare in scena la commedia insieme a un ricco contributo musicale. In scena, dunque, non solo attori capaci di rigenerare personaggi comunque inossidabili, ma abili artisti che sanno completarsi come interpreti cantando i diversi motivi-break previsti all’interno della commedia. Questa divertente commedia è la rappresentazione di una genuina tarantinità. Al centro della storia, le avventure-disavventure del barone decaduto Romualdo Stecchettini della Rocca, impegnato a mantenersi a galla tenendo vivo un blasone ormai logoro. Nella storia, maneggiamenti, sostegni politici, corteggiamenti di una ricca vedova con cospicuo patrimonio, di una nuova ricca e vedova di un portinaio (consanguineo del barone e vero detentore del titolo nobiliare). Su tutto, l’ironica contrapposizione di valori e ideali che lasciano il tempo che trovano, ma che ben si coniugano con l’attualità. Info: Box Office, tel. 099/4551183.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche