05 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Agosto 2021 alle 04:52:00

Spettacolo

Le note di Liszt per la Pasqua


CRISPIANO – Dopo il dittico settecentesco dedicato lo scorso anno a Giovanni Battista Pergolesi, il Concerto di Pasqua, che tradizionalmente a Crispiano coincide con la Domenica delle Palme, quest’anno è dedicato al compositore ungherese Franz Liszt (1811 – 1886), a pochi mesi dalla conclusione del secondo centenario della nascita. A promuoverlo sono ancora una volta la Parrocchia Santa Maria della Neve, retta da don Michele Colucci, e l’associazione musicale “Euterpe della Chora” di Crispiano, con la direzione artistica del Mo Gabriella Fumarola.

Del sommo pianista e compositore tardo romantico sarà proposta la Via Crucis per soli, coro e pianoforte affidata all’esecuzione del Coro della Polifonica Barese “Biagio Grimaldi” diretto dal Maestro Sabino Manzo, compagine musicale nata nel 1926 ad opera del fondatore del quale oggi porta il nome, che ebbe Pietro Mascagni come primo presidente. Direttore e compositore, Biagio Grimaldi guidò la Polifonica Barese fino al 1986, anno della sua morte e in più di sessant’anni, continua è stata l’attività concertistica di questa importante realtà musicale, volta alla divulgazione non solo della musica corale di ogni tempo, ma soprattutto dei valori di spiritualità e socialità che sono radicati nell’esperienza corale. Il nome della Polifonica Barese è legato agli anni d’oro del Maggio di Bari e molti importanti compositori italiani, fra i quali Franco Casavola, Lorenzo Perosi, Umberto Giordano, oltre al già citato Mascagni, testimoniarono il loro apprezzamento verso il lavoro che Grimaldi svolgeva a guida della storica compagine. Oggi la Direzione Artistica della Polifonica Barese “Biagio Grimaldi” è affidata al Maestro Sabino Manzo che, con la sua esperienza e formazione, infonde entusiasmo e impegno nella scelta e realizzazione di un significativo repertorio concertistico. Con il maestro Manzo, è stato possibile iniziare un processo di ulteriore raffinamento delle qualità artistiche del coro, con l’acquisizione di tecniche canore più consone. Nella suggestiva cornice architettonica della chiesa madre Santa Maria della Neve di Crispiano, alle ore 19.30 della Domenica delle Palme, 1 aprile, Sabino Manzo guiderà il Coro della Polifonica Barese “Biagio Grimaldi” nella esecuzione della splendida Via Crucis che Franz Liszt scrisse fra il 1878 e il 1879, durante uno dei suoi frequenti soggiorni a Roma, terminandola a Budapest dopo aver ricevuto gli ordini minori, che suggellarono il suo cammino spirituale. La Via Crucis lisztiana è strutturalmente formata dalle quattordici stazioni della Passione del Signore, alcune cantate e altre commentate dal solo strumento. È una fra le composizioni sacre più ispirate del secondo Ottocento, pervasa di una spiritualità intima e meditativa; inoltre, è caratterizzata da una costruzione melodica semplice e lineare ed è scritta per un organico essenziale formato da coro, voci soliste e pianoforte. Insieme alla storica compagine corale diretta dal Mo Sabino Manzo il Concerto di Pasqua vedrà protagonisti Antonella Chiarappa (pianoforte), Armando Merenda (voce recitante) e Gianluca Borreggine (baritono).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche