23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 12:59:00

Spettacolo

Il pluripremiato Toni Servillo sbarca all’Orfeo


TARANTO – “Il Divo” Toni Servillo sbarca a Taranto, all’Orfeo, dove salirà sul palco lunedì sera e martedì pomeriggio, con lo spettacolo “Toni Servillo legge Napoli”. Una città dai mille volti e dalle mille contraddizioni nella quale da sempre convivono vitalità e disperazione, prende vita nella voce di Toni Servillo. Sul palco un viaggio nelle parole di Napoli, da Salvatore Di Giacomo a Ferdinando Russo, da Raffaele Viviani a Eduardo De Filippo, fino alla voce contemporanea di Enzo Moscato, Mimmo Borrelli e Maurizio De Giovanni.

Ne emerge una fuga dalle icone più obsolete della napoletanità, ma insieme un bisogno perentorio di non rinunciare ad una identità sedimentata da quattro secoli di letteratura. In scena i testi di Salvatore Di Giacomo, Eduardo de Filippo, Ferdinando Russo, Raffaele Viviani, Mimmo Borrelli, Enzo Moscato, Maurizio De Giovanni. Toni Servillo (nato ad Afragola il 25 gennaio 1959) è un attore teatrale, regista teatrale e attore cinematografico italiano. Figura di spicco del teatro napoletano e del cinema italiano, sposato e con due figli, Eduardo e Tommaso, è fratello del cantante Peppe Servillo, della Piccola Orchestra Avion Travel. Autodidatta, si appassionò al teatro sin da piccolo, aiutato da un contesto familiare nel quale la tradizione teatrale, sebbene assente, era amata dai componenti della famiglia. Nel 2005 ricevette il Premio Gassman per la regia di Sabato, domenica e lunedì di Eduardo De Filippo: nello stesso anno si aggiudicò, per il film Le conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino, un David di Donatello come miglior attore protagonista, il premio Ioma come migliore attore protagonista ed un Nastro d’argento. Nel 2008 si è riaggiudicato il David di Donatello come miglior attore protagonista per il film La ragazza del lago di Andrea Molaioli. Nello stesso anno conferma il suo straordinario talento camaleontico nei film Gomorra di Matteo Garrone e Il Divo di Sorrentino (premiati dalla Giuria al Festival di Cannes), che gli valgono il premio Efa (Oscar europeo) come migliore attore. Ha inoltre diretto numerose opere liriche, all’estero e in Italia come Il marito disperato di Cimarosa e il Fidelio di Beethoven per il Teatro San Carlo di Napoli e Boris Godunov di Musorgskij al Teatro Sao Carlos di Lisbona. Ha vinto tre David di Donatello come miglior attore protagonista per Le conseguenze dell’amore nel 2005, La ragazza del lago nel 2008 e per Il Divo nel 2009. Il 5 novembre 2010 uscì nei cinema il film di Servillo per la regia di Claudio Cupellini Una vita tranquilla, in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2010, con il quale vinse il premio come migliore attore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche